CRONACA

Covid e crisi lavoro, Del Deo e Caredda a colloquio col ministro

Il sindaco di Forio e il coordinatore per Ischia dell’ANAI hanno incontrato in videoconferenza Nunzia Catalfo per illustrare tra l’altro la drammatica situazione degli stagionali

Hanno partecipato il sindaco di Forio Francesco Del Deo e Ferdinando Caredda, coordinatore per Ischia dell’Ansl – dell’Associazione Nazionale Lavoratori Stagionali all’incontro, seppur in videoconferenza, con il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo. Nel corso dell’incontro sono state sottolineate le perduranti difficoltà del turismo con cali di fatturato e conseguenti riduzioni dell’occupazione. Tra le proposte presentate al ministro quella del prolungamento degli ammortizzatori Covid 19 per ulteriori 18 settimane con la richiesta di poter fruire dello strumento in continuità con i precedenti periodi e con una maggiore flessibilità sui tempi del suo utilizzo. Parere favorevole anche sulle misure alternative di decontribuzione per chi richiama o ha già richiamato in servizio i propri lavoratori sospesi, con la precisazione che l’incentivo riguardi non solo le imprese che hanno completamente sospeso l’attività ma anche quelle che l’hanno ridotta parzialmente e che interessi anche i lavoratori a tempo determinato e stagionali.

L’occasione dell’incontro è stata utile per precisare la necessità di modificare le previsioni del decreto “Rilancio” sulla proroga “forzosa” dei contratti a termine, riducendone gli oneri contributivi a carico delle imprese nonché per sollecitare il Governo a considerare, sia pure legata alla straordinarietà dell’emergenza, la reintroduzione dell’istituto dei voucher. «È stato un incontro davvero proficuo», ha detto Caredda. Ancora una volta i lavoratori hanno chiesto l’estensione della NASpI, fino a Marzo 2021, per tutti gli stagionali inoccupati nell’anno 2020 e la proroga della NASpI, fino a Marzo 2021, per tutti i lavoratori stagionali il cui reddito annuale da lavoro dipendente risulterà ridotto. «La pandemia ha solo reso più evidente agli occhi dell’opinione pubblica la crisi e il disagio che i lavoratori stagionali vivono da tempo, soprattutto in seguito all’abrogazione dell’ASpI.

Per questo l’istituzione della categoria dei “Lavoratori Stagionali non Agricoli” che possa comprendere tutti i lavoratori stagionali, nonché dell’introduzione di un contratto nazionale e di un sussidio specifici», ha detto Caredda. Ci sono famiglie che da febbraio (ultimo mese in cui è stata percepita da NaspI) non hanno alcun introito e questo rappresenta un vero dramma. «Nel corso dell’incontro – ha detto ancora Caredda – abbiamo spiegato al ministro Catalfo il dramma dei nostri territori a vocazione turistica e soprattutto delle nostre famiglie». La componente dell’esecutivo Conte ha illustrato le prossime misure che a breve saranno poste in essere. «Il ministro Catalfo ci ha garantito che entro fine anno sarà abolita la Naspi per fare spazio a nuovi ammortizzatori sociali. Sarà anche istituita un’apposita categoria per gli stagionali. Spazio anche ad un percorso nell’ambito delle politiche attive nell’ambito del nuovo ammortizzatore che nascerà entro dicembre».

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button