Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Covid, è isola “verde”: sull’isola soltanto 108 positivi

Lo si evince dal nuovo report diffuso dall’Asl, che conferma il calo di contagiati al 20 gennaio rispetto agli ultimi dati, risalenti al 15. Il Natale sembra dunque non aver lasciato scorie

Un dato è certo, la terza ondata non abita qui, sulla nostra isola, dove il contagio da coronavirus continua a far registrare numeri niente affatto preoccupanti e assolutamente sotto controllo. E adesso, dopo il nuovo report diffuso dall’Asl Napoli 2 Nord e relativo ai territori di pertinenza dell’azienda sanitaria, con dati esaminati fino a tutto il 20 gennaio, ci rendiamo conto di come si possa essere decisamente ottimisti. Anche perché i dati in oggetto evidenziano come il periodo natalizio, probabilmente, sia trascorso senza lasciare scorie o danni su un’isola che era in ogni caso sembrata tutto sommato rispettosa delle regole in quel periodo festivo ma caratterizzato da un più o meno rigido lockdown. Riscontri, dicevamo, da accogliere con particolare favore soprattutto perché leggermente in controtendenza con quelli che arrivano su scala nazionale, dove la situazione sembra volgere verso il peggioramento e magari in linea con quelle regionali dove il trend sembra essere tranquillizzante.

Ma guardiamo i numeri aggiornati al 20 gennaio. I positivi tornano a scendere leggermente e sono complessivamente 108, mentre negli ultimi due report – che consideravano i dati aggiornati rispettivamente al 12 e 15 gennaio – si attestavano a 116 e poi 129. Per la cronaca i 108 casi sono così distribuiti: 33 a Ischia, 30 a Forio, 28 a Barano, 7 a Lacco Ameno, 6 a Casamicciola, 4 a Serrara Fontana. I Comuni dell’isola d’Ischia continuano a rimanere in “zona verde” essendo i meno colpiti nell’intero territorio di competenza della Asl Napoli 2 che premia col colore in oggetto quei paesi dove è più basso il rapporto tra contagiati e popolazione residente. Statistiche alla mano, a Casamicciola c’è un positivo ogni 1342 persone, a Serrara uno ogni 777, a Lacco Ameno uno ogni 681, ad Ischia uno ogni 613, a Forio uno ogni 600, a Barano uno ogni 359.

Buone notizie arrivano anche dall’ospedale Rizzoli, dove c’è un solo ricoverato, peraltro di Procida dove la situazione è più complessa con un positivo ogni 173 abitanti

I NUMERI DEL COVID SULL’ISOLA
TOTALE POSITIVI 108
ISCHIA 33
FORIO 30
BARANO 28
LACCO AMENO 7
CASAMICCIOLA T. 6
SERRARA F. 4

E a proposito di sorrisi e sospiri di sollievo buone notizie arrivano anche dall’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno, a conferma di una situazione epidemiologica rassicurante. Il numero dei ricoverati è passato da 0 a 1, ma se si considera che il paziente è residente a Procida, si può affermare dati alla mano che non ci sono ischitani in ospedale a causa del virus. A proposito dell’isola di Arturo, qui invece la situazione continua ad essere negativa. Si trova inserita infatti tra i Comuni di colore giallo e vanta complessivamente 60 positivi, uno ogni 173 abitanti: media ben lontana da quella ischitana e questo non è un dato che può essere accolto con favore.

Iniziate a Lacco Ameno le somministrazioni del richiamo del vaccino, a Ischia e Forio dovrebbero sorgere due siti per essere pronti alle vaccinazioni di massa

Ads

Nel frattempo, rimanendo al Rizzoli, ieri ha avuto inizio la somministrazione delle seconde dosi di vaccino, il cosiddetto richiamo. Le vaccinazioni proseguono senza intoppi ed i ritardi della Pfizer non sembrano creare problemi presso il nosocomio lacchese. E nel frattempo continuano i momenti di confronto tra il general manager Antonio D’Amore e i sindaci isolani per cercare delle aree attrezzate a poter ospitare un cospicuo numero di persone nel momento in cui si passerà alla vaccinazione di massa per la popolazione. Dovrebbero essere individuati due siti, verosimilmente uno a Ischia e l’altro a Forio. Ci vorrà tempo perché si arrivi a questo momento, ma meglio muoversi per tempo e non farsi trovare impreparati.

Ads

Articoli Correlati

Un commento

  1. Non c’è da esultare però, anche perché la primavera non è molto lontana ed il piano vaccinale tutt’altro che avviato. Comunque tra le isole Capri è già Covid Free!

Rispondi

Back to top button