CRONACA

Crisi Covid, vendesi alberghi: in Campania il più caro è a Casamicciola

Secondo l’ufficio Studio di Idealista rimane stabile l’offerta di immobili nel settore alberghiero dopo lo scoppio dell’emergenza Covid

Si trova sull’isola di Ischia ed in particolare a Casamicciola l’albergo più costoso della Campania attualmente in vendita. Ha una superficie di 2265 metriquadri ed il prezzo di vendita è di 7milioni e 500mila euro. Secondo l’Ufficio Studi di idealista, il portale immobiliare leader per sviluppo tecnologico in Italia, rimane stabile l’offerta di immobili nel settore alberghiero dopo lo scoppio dell’emergenza Covid, con 586 strutture in vendita, appena l’1% in meno rispetto a febbraio. È quanto risulta dall’analisi dei dati raccolti dall’Ufficio Studi di idealista, il portale immobiliare leader per sviluppo tecnologico in Italia. Ci sono unità disponibili in tutte le regioni con l’offerta maggiore in Veneto (79), Toscana (76) e Lazio (71). Seguono Emilia-Romagna e Lombardia, rispettivamente con 67 e 54 hotel disponibili.

Scendendo nella classifica nazionale troviamo Piemonte (46), Sicilia (34) e Trentino-Alto Adige (25). La maggior parte delle regioni presentano volumi di offerta che vanno dalle 19 unità di Friuli-Venezia Giulia e Liguria al fanalino di coda Molise, con una sola struttura disponibile. Se sommiamo gli importi richiesti dai proprietari il valore complessivo di questi immobili supera i 2 miliardi e trecento milioni di euro. Nonostante il settore turistico-alberghiero viva uno dei momenti più difficili della storia recente a causa della crisi sanitaria, il numero di hotel alla ricerca di un nuovo proprietario è diminuito dalle 591 unità dello scorso febbraio, alle 586 di novembre. Il calo maggiore dell’offerta spetta al Molise (-66,7%), davanti a Campania e Valle d’Aosta (entrambe -33,3%). Altre 7 regioni segnano variazioni che vanno dal -26,1% della Sicilia, al -10% della Lombardia. In controtendenza, l’offerta è cresciuta in 6 regioni, guidate da Liguria (26,7%) e Veneto (23,4%), davanti a Lazio (16,4%), Puglia (13,3%), Piemonte (12,2%) e Abruzzo (5,9%). In Toscana, Emilia-Romagna, Umbria e Basilicata il numero di strutture alberghiere disponibili è rimasto invariato.

La provincia di Roma è quella con il maggior numero di proprietà alberghiere in vendita: sono 59. Seguono Venezia (33), Milano (25), Rimini e Torino (entrambe con 22 unità), Siena (20), Trento (18), Lucca (17), Firenze e Padova, a chiudere la top ten delle province con la maggiore offerta di hotel: 16. Altre 5 province presentano un’offerta superiore alle 10 unità disponibili: Forlì-Cesena (13), Belluno (12), Brescia e Bologna (11 a testa) e Udine(10). Tutte sotto questa soglia il resto delle province italiane. L’hotel più costoso in Italia si trova a Venezia. Si tratta di una struttura di tre piani, per 6.000 m2 costruiti, in vendita per 99 milioni di euro. Roma occupa la seconda piazza con un 5 stelle ubicato tra Piazza del Vaticano e il Colosseo, con 108 camere e 600 m2 di attico per una richiesta di 98 milioni. Sul terzo gradino del podio c’è Milano dove troviamo un edificio di 7 piani, con 170 camere, numerose sale meeting, due ristoranti, SPA e grande parco privato con piscina, in vendita per 55 milioni. In Toscana, a Forte dei Marmi, troviamo un 4 stelle vista mare, con oltre 50 camere, ristorante e giardino, in vendita per 24 milioni. Il nostro viaggio tra gli hotel più costosi ci porta al Sud, a Polignano a Mare (BA), dove si trova un complesso alberghiero che si estende su un’area costiera di circa 10 ettari, che può essere acquistato per 22 milioni di euro.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex