Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Croce Rosa, da 16 anni al servizio dei cittadini

di Sara Mattera

Qualche giorno fa, come abbiamo riportato nell’edizione de “Il Golfo” del 6 Febbraio scorso, la Paf, la Pubblica Assistenza Flegrea, ha comunicato all’Asl Napoli2 Nord, che non avrebbe più effettuato i servizi di emergenza del 118 sull’isola di Ischia. Una decisione questa sopraggiunta in maniera improvvisa, anche se, forse, non del tutto inaspettata.  Nello scorso Aprile, infatti, la Paf era stata oggetto di un’interdittiva da parte dell’antimafia a cui, è seguito, poi, il ritiro dell’autorizzazione sanitaria alla ditta in questione da parte del Comune di Giugliano. C’era, quindi, già da tempo la volontà di individuare da parte dell’Asl Napoli2 Nord un’altra realtà a cui affidare i servizi del 118 sul territorio di competenza. Tuttavia, l’uscita di scena della Paf è avvenuta in poche ore, senza alcun preavviso, tanto che si temeva il peggio per la nostra isola che oltre a dover fronteggiare le gravi carenze nel settore sanitario,  incorreva nel pericolo di dover  fare a meno,  improvvisamente, pure del servizio del 118.  Fortunatamente, però, come abbiamo riportato, ci ha pensato la Croce Rosa di Ischia a venire in soccorso all’Asl e all’intera isola, mettendo a disposizione ben 4 postazioni di emergenza: due a Lacco Ameno, una ad Ischia, e una a Serrara-Fontana. Tutte postazioni fornite di ambulanze con infermieri, medici e autisti e grazie ai quali è stato possibile far si che il servizio di primo soccorso fosse ancora garantito. Da qualche giorno, quindi, l’associazione Croce Rosa si può dire che abbia assunto il primato dei servizi emergenziali dell’isola, riconfermando, così, la sua importanza di istituzione di lunga data al servizio dei cittadini.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex