CULTURA & SOCIETA'

Da sabato 11 maggio ’85 alle nozze di corallo 2020 Come allora con la ‘Festa della mamma’

Domenica prossima 10 maggio ricorre la nostra sentitissima Festa religiosa della mamma, che anche stavolta cade alla vigilia delle nozze dello scrivente alle ore 11 di quella splendida giornata di sole presso la Parrocchia di San Sebastiano a Barano d’Ischia centro l’11 maggio 1985, trascorsi 35 anni: Raffaela Patrizia Lombardi, proveniente in corteo dalla sua Via San Liguori n. 7 (Sant’Alfonso Maria de’ Liguori autore, come il Montfort, di un celebre libro sulla Madonna dal titolo “Le glorie di Maria”) mi raggiunse sorridente all’ingresso del tempio col maestoso campanile più bello dell’isola d’Ischia e col bacio mi domandò: “come sto ?…”.

Si vedeva l’iniziale emozione dinanzi alla storica effige della Vergine Maria Ss Assunta e poi la celebrazione del Rito Eucaristico col compianto Parroco Don Livio Baldino che intonò con la sua bella voce il canto dell’Ave Maria e augurandoci l’invito a non chiudere mai le porte alla vita nascente. Quanti indimenticabili ricordi: le foto ai “Giardini Poseidon” diretti dallo storico caro Amico Gianni Calise, il pranzo al ristorante “Il Cacciatore”, la visita con i confetti agli anziani di “Villa Joseph” fondata e guidata dal compianto grande Sacerdote Don Salvatore Castiglione. Dopo il voto elettorale della domenica 12, con Caremar a Napoli e in treno alla Stazione Termini di Roma con taxi all’Hotel Centro in via Firenze: visita alla Città Eterna e il 14 maggio in bus dal terminal Alitalia ore 7,30 in Via Giolitti all’aereoporto di Roma Fiumicino con partenze internazionali Alitalia con volo AZ 366 (Super 80) delle ore 10 con arrivo a Madrid alle ore 12,20: sorvolo della Costa Smeralda della mia cara Sardegna, poi le Isole Baleari (Maiorca) e curva verso la capitale spagnola (foto emozionanti dello scrivente): ma prima della partenza tanta paura per dover volare; la prima volta volai di sera con l’Amico sindaco di Lanusei (Nuoro) Gigi Piga e il segretario comunale Rosario Dei da Roma a Cagliari Elmas nel dicembre 1971, dopo le visite mediche ed attitudinali a Napoli per il servizio militare (idoneo per Auc di 1^ categ.) svolto poi dall’ottobre 1972 a San Giorgio a Cremano e Comiliter a P.zza Trento e Trieste di Napoli, in quanto Consigliere comunale a Barano d’Ischia.

In taxi all’Hotel Emperador ricevuti da due dipendenti in grande uniforme per una camera con letti separati, per cui mi feci assegnare una matrimoniale! Ero vegetariano, pesavo circa 66 kg e sceglievo cibi limitati, perdendomi -me ne pento- il buon gusto della cucina tipica spagnola. L’indomani 15 maggio, alle ore 7,15, a piedi -un dipendente dell’Emperador ci rincorse per consegnare la carta d’identità dimenticata a mia moglie- al vicino terminal Pullmantour alla Plaza Oriente n. 8 e inizio programmato tour dell’affascinante Andalusìa, sostando prima a Trujillo in Estremadura. Viaggio molto bello, interessante e confortevole (amicizia con anziani coniugi Coronado di Buenos Aires) con visite guidate a Siviglia, Cadice, La Linea, Torremolinos sulla Costa del Sol, Granada, Cordoba e il 21 rientro a Madrid presso l’Hotel Florìda Norte: l’indomani al Palazzo Reale e museo del Prado, a sera corrida. Il 23 maggio, dopo le solite abbondanti colazioni, all’aereoporto di Madrid alle ore 12 per partenza volo Alitalia AZ 367 alle ore 13,20 per arrivo a Roma alle 15,30 (fino a Barcellona l’aereo ballò molto, ma lo steward mi rassicurò mostrandomi la presenza di…tanti Sacerdoti, che consumavano il cibo servito tranquillamente!). Sosta ancora a Roma per ulteriori visite presso Pensione Bianca e al mattino di sabato 25 maggio con treno espresso ore 8,50 (senza fermate) a Napoli e aliscafo 12,55 a Ischia anche con mio padre, apprendendo della dolorosa morte di zio Gioacchino Lucido Balestrieri “Cardinale”, marito di zia Gerarda (sorella di mia madre), a Mar del Plata. Come mia prassi, conservo tutte le “carte”, diari e foto di quel viaggio, costo tutto compreso 2.486.000 lire, Cit Ischia con Fausto Silvestro. Ma è ancora sempre Festa della mamma e stavolta con le Nozze di Corallo, dieci figli -alternati femmina/maschio- più due in Paradiso con la Regina degli Angeli, e per ora sette nipotini! Grazie a Maria Ss Regina della famiglia, Corredentrice, Mediatrice, Avvocata! E l’11 maggio 2013 arrivò a Ischia il grande Vescovo Pietro… (continua)

*Pasquale Baldino – Responsabile promotore diocesano Cenacoli Mariani; docente ordinario liceo; poeta (email: prof.pasqualebaldino@libero.it)

NOZZE DI CORALLO

(11 maggio’85)

Non è dato all’uomo

conoscere il suo futuro:

piccino mi trovai nella Pampa

lontano da natìa terra ignota

che raggiunsi ancor migrante

fanciullo all’ombra di pino al Piano

e scriba Elementari con pia Maestra.

Vocazione mi colse al Seminario,

indi novello amor per Filosofia,

dopodiché avvio docente a sarda riva,

ognor cara pur da me isola lontana,

ancor la mia via a discepoli ch’amai,

a Cenacoli diletti a Sede della Sapienza,

arcano sguardo bevuto al sole di Lella.

Andammo or a nozze di corallo,

pietra durevole da viandanti di Dio

a cullar tanta famiglia a lieto e salso

presago al vento d’attesa Imago.

Ad affrettar andammo.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close