Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Dai ministri alla Cucinotta: ecco le reazioni. Tutti pazzi per Procida

Per la prima volta il titolo di Capitale italiana della Cultura tocca a un piccolo centro. Procida conta solo diecimila abitanti e c'è grande soddisfazione nel mondo politico e nel mondo del cinema. Pronto un calendario di eventi che coprirà tutto l’anno 2022, emergenza sanitaria permettendo. 

Cucinotta: «Troisi ne sarebbe entusiasta»

«Sono molto contenta. E non solo per il mio legame per Procida ma perché è uno dei luoghi che rende l’Italia un posto meraviglioso. Credo che Massimo Troisi ne sarebbe entusiasta». Così Maria Grazia Cucinotta, che sull’isola ha girato parte del film “Il Postino” che ne segnò la consacrazione da attrice al livello internazionale, commenta a Il Golfo la proclamazione di Procida Capitale italiana della Cultura 2022.

«Le isole dove girare, Procida e Salina, le scelse proprio Massimo. A Procida girammo le scene della mia osteria e le processioni. Ho dei ricordi bellissimi. Ogni giorno dico grazie a quel film. Mi ha aperto le porte al mondo intero e poi perché è un film senza tempo, che continua ad emozionare, senza fine. Quando le emozioni sono vere, come le volle Troisi in quel film, non temono il tempo», sottolinea l’attrice. Che va oltre il ricordo del film, per sottolineare l’importanza del titolo conferito a Procida: «Speriamo che sia una rinascita per il Golfo di Napoli e per il turismo italiano. I miei amici americani e cinesi mi dicono in continuazione quanto manchi loro l’Italia e quanto sperino di tornarci al più presto in vacanza. Speriamo che il vaccino arrivi presto per tutti, speriamo di non avere più paura uno dell’altro e di riconquistare la libertà, in primis la libertà di poter tornare al lavorare», conclude Maria Grazia Cucinotta.


il direttore della candidatura Riitano: « per rilanciarsi con la cultura deve ripartire da quei luoghi considerati fino a ieri minori»

«La profezia che incarna Procida è la profezia dell’Italia, che per rilanciarsi con la cultura deve ripartire da quei luoghi considerati fino a ieri minori e marginali, dalle isole, dalle aree interne, dai piccoli comuni, che custodiscono un patrimonio materiale e immateriale che possono rappresentare una nuova linea di sviluppo per il Paese» ha spiegato a Il Golfo il direttore del comitato per la candidatura, Agostino Riitano, che ha confessato: «felicità incredibile, per quanto ci avessimo sempre creduto, sentire la parola Procida pronunciata dalle labbra del ministro è stato quasi uno choc».

Ads

Il Governatore De luca: «Un’occasione straordinaria internazionale»

Ads

Per il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, la vittoria di Procida «È un’occasione straordinaria di proiezione della nostra Regione sul piano internazionale sulla scia del grande successo delle Universiadi 2019. Presenteremo nei prossimi giorni i contenuti del progetto. L’isola di Procida è uno dei luoghi più suggestivi e caratteristici della Campania per le bellezze ambientali, per la sua storia e le sue storie, per i suoi borghi e le sue spiagge. È un luogo assolutamente affascinante che sottolinea le molte bellezze della nostra terra.

Ha vinto un progetto bellissimo, di valorizzazione dell’isola e della Campania, a cui Regione e Comune hanno creduto».

Il Ministro Manfredi: «Un’isola magica. Orgoglio per il Mezzogiorno»

«Sono soddisfatto per la nomina di Procida a capitale italiana della Cultura 2022. Un’isola magica, sospesa tra passato e futuro. Uno scrigno che brilla di storia e cultura, esempio di contaminazione e inclusione. Orgoglioso che dal Mezzogiorno riparta l’Italia!», ha commentato Gaetano Manfredi, ministro dell’Università e della Ricerca. 

Boccia: «Il Governo è pronto a fare la sua parte»

«Complimenti a Procida che sarà la capitale italiana della cultura del 2022. Una grande opportunità per valorizzare una delle ‘isole minori’ del nostro Paese con un patrimonio naturalistico e culturale inestimabile. Abbiamo già destinato, su iniziativa del governo, per tutte le isole minori risorse aggiuntive; per Procida, nel triennio 2020-22 un milione e mezzo di euro e, se dovesse essere necessario, siamo pronti ad incrementare ancora le risorse del Fondo per le isole minori. Il governo farà la sua parte». E’ il commento rilasciato telefonicamente a Il Golfo dal ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, con delega alle Isole minori, Francesco Boccia.

Marisa Laurito: «Premiato un piccolo mondo fantastico, dove si cerca sempre la felicità sociale»

Marisa Laurito è tra i testimonial della candidatura di Procida ed è entusiasta: «Mi fa piacere, ma già sapevo che avrebbe vinto. Quella è un’isola magica, una terra autentica. Tra le tre isole del Golfo, Procida è rimasta attaccata ai valori della vita vera. Chiunque vi ha messo piede, sa a cosa mi riferisco. Da tempo Procida ha puntato su un’isola-laboratorio, un vulcano di cultura: premi letterari, film, ambiente naturale. Sono sempre alla ricerca della felicità sociale». 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x