ARCHIVIO 2ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Dal metodo Boffo al metodo Dispari 

In Italia il metodo Boffo è una locuzione utilizzata nel linguaggio politico e giornalistico per indicare una campagna di diffamazione a mezzo stampa, basata su fatti reali uniti a falsità e illazioni, sia allo scopo di screditare un avversario politico, ma soprattutto per creare un diversivo mediatico. A Ischia potremmo ribattezzarla metodo Dispari o metodo Di Meglio. Prendiamo l’ultima vicenda che purtroppo mi ha riguardato personalmente. Vengo aggredito a Cava dell’Isola dagli abusivi che fittano ombrelloni e sdraio senza alcuna licenza e il Di Meglio prima si schiera apertamente con gli abusivi godendo per la mia aggressione e poi pubblica parte di un video fornito dagli stessi protagonisti della vicenda che riporta solo la mia reazione (nella quale mi ritrovo pienamente) dopo la prima aggressione e prima di chiamare la Polizia ma non la scena in cui i miei aggressori mi danno addosso. Di Meglio si guarda bene da pubblicarlo integralmente (so che dura circa 4 minuti ma la versione pubblicata messa in rete dal Dispari è di soli 2 minuti e 30) e mi accusa di istigazione contro gli abusivi e di ricerca della visibilità.

L’accusa di ricerca di visibilità è debole e penosa e non merita risposte mentre il reato di chi istiga gli abusivi e i delinquenti a farsi aggredire rasenta l’idiozia. Il capolavoro è quando Di Meglio per giustificare le sue posizioni mi accusa di non aver trovato la soluzione al pontile 2 di Ischia. Cosa c’entra con gli abusivi di Cava? Lo sa solo lui. Insomma ciurla un poco nel manico, fa accuse generiche per coprire l’infamia di essere uno che si schiera spesso dalla parte degli abusivi e dei violenti. D’altronde cosa ci possiamo aspettare da una persona che utilizza il suo giornale per ricattare e fare pressioni politiche invece che cercare la verità e la giustizia innanzituto a favore dei più deboli? Però onestamente non mi stupisce questo modo di fare per chi è al soldo di un potente isolano che gestisce la distribuzione della benzina sull’isola praticando le tariffe più alte d’Italia. Un tempo quando avevano litigato Di Meglio attaccava pesantemente Pinto poi quando l’imprenditore ha finanziato il suo progetto editoriale lo ha difeso sempre a spada tratta proprio come fa un servo con il padrone e non un giornalista con il datore di lavoro. E’ per questo che per me sia come giornalista che come uomo delle istituzioni le cose che scrive questa persona hanno un valore sempre inferiore a zero. Trovo importante però che anche tutti gli ischitani riflettano su questo nodo di fare e lo comincino a considerare per quello che è e per come si comporta!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close