CRONACA

Dalla Marmolada a Ischia: le immagini di un anno di eventi estremi in Italia

Dalla tragedia della Marmolada alla recente frana che ha colpito l’isola di Ischia: secondo Legambiente sono già più di 254 gli eventi climatici estremi che hanno colpito il territorio italiano solo quest’anno. Vediamo i principali

In Italia, come nel resto del mondo, il clima sta cambiando. Lo testimoniano i numerosi eventi climatici estremi che hanno colpito il nostro Paese solo nel 2022. Da gennaio a ottobre, secondo l’Osservatorio Città Clima di Legambiente, se ne sono verificati più di 254, senza contare quelli più recenti. Non si tratta di eventi isolati, perché la loro frequenza sta aumentando: quest’anno si è registrato il numero più alto rispetto alla media degli ultimi dieci anni.

Quello che sta per concludersi è un anno che ha contribuito a farci toccare con mano gli effetti della crisi climatica, che sta già causando morti e feriti: dalla tragedia della Marmolada alla frana che ha colpito Casamicciola, passando per l’alluvione nelle Marche, vediamo quali sono stati i fenomeni climatici estremi che hanno caratterizzato il 2022.

La siccità dei mesi estivi

Temperature sopra la media e ondate di calore hanno contribuito a rendere il 2022 l’anno più caldo mai registrato nel nostro Paese. Questa estate è stata segnata anche da una forte siccità nelle Regioni del Nord Italia e in particolare nel fiume Po. Qui a rappresentare il rischio maggiore, soprattutto per l’agricoltura, è stato il cuneo salino, cioè la risalita dell’acqua salata del mare nelle aree del Delta del Po.

La tragedia della Marmolada

Il 3 luglio un enorme blocco di ghiaccio si è staccato improvvisamente dal ghiacciaio della Marmolada, il gruppo montuoso più alto delle Dolomiti, travolgendo alcuni alpinisti ed escursionisti. Il bilancio finale è stato di undici morti e otto feriti. A causare il distacco del seracco sono state anche le temperature decisamente sopra la media che hanno caratterizzato l’estate: il 2 luglio, giorno precedente al crollo della Marmolada, si erano infatti registrati 10 gradi centigradi perfino sulla vetta del ghiacciaio.

L’alluvione della Val Camonica

Nella notte tra il 27 e il 28 luglio, la Val Camonica è stata colpita da un’alluvione drammatica. In poche ore è caduta la stessa quantità di pioggia precipitata in tutta la provincia di Brescia nei sette mesi precedenti. A rendere ancora più drammatico il fenomeno è stato il fatto che la siccità abbia compromesso la naturale capacità dei terreni di trattenere l’acqua.

Ads

La frana in Val Ferret

6 agosto. Siamo nella Val Ferret, vicino a Courmayeur: un violento temporale provoca il distacco di una frana che trascina terra, fango e materiale roccioso fino a raggiungere i centri abitati. Anche se non ci sono state vittime, la frana ha isolato diverse frazioni del comune di Meyen ed è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per portare in salvo quattro persone rimaste bloccate in auto. La colata di fango, inoltre, ha danneggiato l’acquedotto del paese, lasciando senz’acqua alcune frazioni.

Ads

L’alluvione nelle Marche

A Cantiano sono precipitati 420 millimetri di pioggia in poche ore, circa la metà di tutta la pioggia del 2021. Questa è stata una delle cause dell’alluvione che, tra il 15 e il 16 settembre, si è abbattuta nel Nord delle Marche. Il bilancio è tragico: 12 morti, di cui un bambino, oltre 50 persone ferite e una dispersa. Secondo il Consiglio nazionale per la ricerca (Cnr), quella nelle Marche è la pioggia più intensa registrata negli ultimi dieci anni. Intervistato da Repubblica Giulio Betti, climatologo Cnr Lamma, ha spiegato che a causare le alluvioni nelle Marche è stato un “temporale autorigenerante di intensità eccezionale“.

La frana a Ischia

L’evento climatico estremo più recente è la frana che avvenuta nel comune di Casamicciola, sull’isola di Ischia, la mattina del 26 novembre. Anche in questo caso, a provocare la frana che ha causato 12 morti, quattro feriti, almeno 12 dispersi e centinaia di sfollati sarebbe stata una fortissima pioggia. Secondo il Cnr, a Ischia sono caduti 126 millimetri di pioggia in sei ore, il dato più alto degli ultimi vent’anni.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex