CRONACA

D’Aprile (Uil Scuola): “Dare alpersonale ATA il giusto riconoscimento”

Di questo, così come di tante altre questioni aperte, si parlerà venerdì 21 Aprile alle ore 9,00 presso IPSEOA Rossini di Bagnoliin occasione del corso di formazione organizzato dalla Uil Scuola Rua dell’Area Flegrea

Per i lavoratori del mondo della scuola si tratta di un momento di forti sollecitazioni con aumenti dei carichi di lavoro; un contratto che, dopo la sottoscrizione della parte economica, è ancora in attesa della firmaper quanto riguardala parte normativa (parliamo del contratto 2019-2021);la definizione degli organici per l’anno scolastico 2023-2024; delle nuove figuredei tutor e orientatori per i docenti delle secondarie di secondo grado,così come l’aperturadella finestra temporale utile, individuata dal ministero, per ottenere l‘inserimento negli elenchi aggiuntivi per i docenti con abilitazione o specializzazione su sostegno, per passare all’uscita dei bandi regionali riguardanti l’aggiornamento/inserimento in prima fascia per il personale Ata.

Nicola Cutrignelli

Proprio per quanto riguarda questo specifico comparto, che si compone di oltre 200.000 tra assistenti amministrativi, assistenti tecnici e collaboratori scolastici, in molte occasioni bistrattato, registriamo l’intervento di Giuseppe D’Aprile, segretario nazionale Uil Scuola Rua, che dice: “Il personale Ata rappresenta un pezzo fondamentale del mosaico della comunità educante. E’ dal riconoscimento del loro lavoro che la Uil Scuola Rua intende condurre la propria linea di azione sindacale. Al personale ATA non viene dato il giusto riconoscimento sociale e soprattutto economico – prosegue – questo, nonostante rappresenti la spina dorsale della scuola contribuendo, insieme al personale docente e dirigente, al buon funzionamento delle istituzioni scolastiche. Senza il loro supporto, le scuole non potrebbero funzionare.La scuola subisce tagli di organico e le segreterie sono sempre più oberate di lavoro e adempimenti burocratici, spesso non conformi alle mansioni previste dal contratto, che non fanno altro che gravare ulteriormente su tale personale”.

Il Segretario generale Uil Scuola Rua si è soffermato anche sul tema dell’autonomia differenziata: “Non è una questione di Nord e Sud, non è proprio questo il punto – conclude – La questione centrale è legata al concetto stesso di scuola, di accesso e di opportunità, di programmi, di personale scolastico, ed anche di mobilità e di stipendi. Il nostro sistema di istruzione è statale e nazionale. Non può essere messa in discussione la sua unitarietà”.

Proprio per discutere di questi così come di tante altre questioni aperte, venerdì 21 Aprile alle ore 9,00 presso l’IPSEOA Rossini di Bagnoli, la Uil Scuola Rua, attraverso il responsabile dell’Area Flegrea e delle isole di Ischia e Procida Nicola Cutrignelli, ha organizzato un corso di formazione per Dirigenti scolastici, Direttori servizi generali ed amministrativi e Assistenti amministrativi delle scuole dei Distretti 24-25-40-41. Introducono Nicola Cutrignelli e Elena Costabile, Segretari territoriali; Guido Marone, Contenzioso scolastico; Antonio Orsini, Passweb; Francesco Sciandrone, Pensioni; Rosa Cirillo, Responsabile Nazionale Dipartimento D.S. Uil Scuola; Roberta Vannini, Segretaria Generale Uil Scuola regione Campania; Coordina Mario Iacomino, Presidente IRASE Campania; conclude Giuseppe D’Aprile, Segretario Nazionale Uil Scuola Rua.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex