Statistiche
ARCHIVIO 2ARCHIVIO 3ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Daria Iacono: «Reinvento un vecchio capo e lo rivendo»

Daria, 36 anni, ischitana, si è letteralmente “costruita” un lavoro divertente e produttivo. “Rendo in poche mosse un capo vecchio originale, colorato e soprattutto unico”. Quante volte avete guardato nell’armadio e avete trovato dentro abiti che non vi vanno più bene, sono passati di moda oppure semplicemente non vi piacciono più? Daria la pensa così: “Sono certa che ci siano diversi di questi capi in tutti gli armadi, ma non solo, anche nei bauli, o nella casa della nonna, ci sono abiti vintage che aspettano solo di prendere nuova vita, e non come panni per la polvere, ma proprio come nuovi abiti tutti da sfoggiare.

Daria come risultano i tuoi capi? 

«Basta poco per rendere un capo nuovo, fresco e rinnovato, io lo chiamo rinnovare, riciclare e divertirsi; riciclare i vecchi abiti e modificare i vecchi vestiti in modo da trasformarli in qualcosa di completamente nuovo. Con il cambio di stagione sono tanti gli abiti che sono rimasti nell’armadio, alcuni perché vecchi, altri perché non piacciono più. L’idea di Daria è questa: “si possono riutilizzare i vecchi vestiti rimodernandoli e trasformandoli in qualcosa di diverso”. Che si tratti di riciclare vecchie magliette  o altri capi d’abbigliamento basta avere un po’di manualità e tanta fantasia dopo aver fatto pulizia nell’armadio. Basta avere un po’ di tempo a disposizione e un po’ di pazienza per reinventare i vecchi vestiti con il fai da te. A volte basta davvero poco per svecchiare un capo d’abbigliamento datato, personalizzare una t-shirt demodé o dare nuova vita ad un pantalone sdrucito. La Rete è una fonte inesauribile di idee geniali e tutorial: il riciclo creativo è un’ottima maniera di rinnovare il guardaroba spendendo poco o nulla».

Daria daresti un consiglio per chi ha voglia di rendere nuovo un capo ormai vecchio da buttare? 

«A volte si possiedono delle magliette variopinte e di diverse fantasie, a mezza manica o a manica lunga, che non si utilizzano  più, si possono tagliare orizzontalmente e creare, con le strisce di stoffa ottenute delle borse, delle collane intrecciate, delle toppe per rinnovare i tuoi jeans sobri e fuori moda o delle coperte patchwork multicolor. Con vecchie camice si possono creare delle simpatiche fodere per cuscini, con delle ingombranti e morbidissime sciarpe, dar vita a delle borse maxi o degli zaini per andare all’università, con felpe oversize, slabbrate e scolorite, si può  foderare la cuccia del cane o del gatto e renderla più calda e confortevole. Basterà poco per trovare moltissime idee creative per un riciclo utile e originale».

Ads

Da cosa nasce la tua passione? 

Ads

«La mia passione nasce dall’amore per le mie creazioni e dalla necessità di donare ad un semplice indumento una particolarità unica. Ho sempre venduto i miei capi con un buon riscontro da parte delle mie clienti. Ad oggi faccio ricerche per viaggiare a pari passo con la moda e non mi fermo mai».

Cosa ti auguri per il tuo futuro lavorativo? 

«Mi auguro di aprire una “boutique ecologica” sull’isola, in cui le clienti portano un capo datato con la richiesta di personalizzarlo e renderlo unico con la qualità del mio hand made».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x