ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

De Chiara: «La piaga abusivismo esiste ancora»

Il dottor Aldo De Chiara nei suoi anni da procuratore aggiunto a Napoli si è guadagnato una duratura fama di giudice anti-abusivismo. Prevedibilmente, in una terra segnata per decenni da tale fenomeno di disordinato sviluppo edilizio, la sua figura è stata spesso associata al “braccio” più duro e inflessibile della legge, che inesorabilmente colpiva le abitazioni edificate senza licenza edilizia (come abitualmente avviene dal 1967 in poi qui a Ischia) dai cittadini isolani.

Dottor De Chiara, qualche settimana fa il notaio Arturo ha dichiarato che nella intricatissima situazione riguardante l’abusivismo edilizio sulla nostra isola le responsabilità maggiori non vanno cercate a livello della politica nazionale o locale, ma vanno individuate soprattutto negli uffici delle Soprintendenze. I pareri favorevoli e necessari alle licenze edilizie, ha detto il notaio, venivano paradossalmente rilasciati solo per grossi alberghi costruiti su zone archeologiche o di grande valore naturalistico, mentre il cittadino comune si vedeva invariabilmente rifiutato ogni assenso. È d’accordo con questa visione del problema?

«È davvero difficile rispondere a questa domanda. Non possiedo elementi di fatto sufficienti ad avvalorare queste valutazioni compiute dal notaio Arturo. Per uno come me, che per 47 anni ha fatto il magistrato, sarebbe quantomeno azzardato fare delle ipotesi chiamando in causa altre istituzioni. Certo, anche al comune cittadino può sembrare perlomeno strano che per costruire una modesta abitazione di cinquanta metri quadrati venga rifiutata una concessione, che formalmente non può essere rilasciata in base alle normative vigenti, e poi invece si assiste alla costruzione di enormi strutture alberghiere. Ma, le ripeto, mi consenta di non esprimere il mio parere personale su questa dolorosa dicotomia».

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE IN EDICOLA

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker