ELEZIONIPRIMO PIANO

De Siano e Pascale al voto nella “controra”, clima tranquillo a Lacco

Se il clima è stato a dir poco infuocato nella vicina Procida, come raccontiamo in altra parte del giornale, le cose sono andate diversamente sull’isola d’Ischia. Clima assolutamente disteso in cinque Comuni isolani, dove al massimo i seggi sono stati presidiati da alcuni candidati al consiglio regionale e da qualche simpatizzante. Ma è chiaro che i riflettori erano tutti puntati su Lacco Ameno, dove i cittadini sono stati sottoposti a un vero tour de force dovendo compilare ben tre schede elettorali, dal momento che c’era anche la partita più attesa ovvero quella delle elezioni amministrative.

Questo, ovviamente, ha portato in determinati momenti della giornata a far sì che si generassero lunghe code, dovute anche ad altri fattori. In primo luogo, il fatto che tutte le sezioni fossero dislocate alla Fundera, e poi bisogna anche aggiungere tutte le accortezze, precauzioni e il protocollo osservato nel risettop delle normative anti covid che rendeva le operazioni di voto per ogni singolo cittadino più lunghe rispetto al passato. C’era molta curiosità per assistere alla presenza nel seggio dei due aspiranti sindaci, Domenico De Siano e Giacomo Pascale che hanno scelto un orario decisamente in controtendenza per adempiere al loro dovere di cittadini elettori. Alla Fundera intorno alle 15 è arrivato dapprima il senatore e poi dopo poco è giunto il “Barone”. Entrambi sono apparsi sorridenti e rilassati e si sono concessi volentieri ai fotografi, non c’è stata però la stretta di mano che pure qualcuno aveva invocato. Oggi seconda giornata di voto, con i seggi aperti dalle 7 alle 15, poi l’attesa perché si inizierà con lo spoglio di referendum e regionali e quello delle amministrative inizierà domattina alle 9. Un’altra giornata col cuore in gola, dunque, poi per qualcuno sarà tempo di festa.

Foto Franco Trani

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button