Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Depuratore di San Pietro: a quando l’ultimazione dei lavori?

di Francesco Castaldi

ISCHIA – La questione relativa alla realizzazione dell’impianto di depurazione nei pressi della collina di San Pietro a Ischia ha infiammato per anni le animate discussioni di politici, addetti ai lavori e comuni cittadini. Risale al 1997, infatti, l’idea di bandire la progettazione di un depuratore, che inizialmente avrebbe dovuto essere soltanto al servizio del comune di Ischia. Da allora – sono trascorsi quasi vent’anni – non si è ancora giunti all’ultimazione dei lavori di un’infrastruttura che, per una località a grande vocazione turistica come Ischia, risulta indispensabile per la salvaguardia del delicato equilibro del multiforme ecosistema marino esistente nelle acque che circondano l’isola verde.

LA CRONISTORIA DELLA VICENDA

Mediante l’ordinanza n° 13 del 14 gennaio 2004, il commissario delegato per le bonifiche e la tutela della acque nell’ambito della Regione Campania «aggiudicava la progettazione esecutiva e la realizzazione dell’impianto di depurazione all’ATI Sled». I lavori per la costruzione del complesso ebbero inizio nel gennaio 2005, ed essi furono ostacolati dal momento che in quel sito vennero rinvenuti numerosi reperti archeologici. Gli scavi che ne conseguirono furono effettuati sotto la supervisione della Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Province di Napoli e Caserta.

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE IN EDICOLA

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x