ARCHIVIO 5ARCHIVIO 3POLITICA

Depuratori, nuovo summit a Napoli: la “macchina” si rimette in moto

Un nuovo incontro, nella speranza che possa rappresentare anche un nuovo inizio. Nel pomeriggio di ieri a Napoli, presso gli uffici della Regione Campania in via De Gasperi, si è svolta una nuova riunione tecnica relativa ai tre depuratori dell’isola d’Ischia, alla presenza del neo commissario Enrico Rolle, il terzo professionista chiamato a cimentarsi con questa patata bollente dopo i suoi predecessori Orlando e Checcucci. Con l’impianto di Ischia che – al netto di tutti gli stop e le vicissitudini ormai note –  ha già visto la luce in termini di “start” (e poco altro, ad essere sinceri), gli obiettivi erano puntati su quelli che dovranno sorgere a Casamicciola e Forio per servire rispettivamente anche i Comuni di Lacco Ameno e Serrara Fontana. La classe politica era rappresentata dall’assessore delegata della cittadina termale, Loredana Cimmino e dal primo cittadino del Comune montano, Rosario Caruso.

La riunione, di stampo prettamente tecnico, ha visto toccare diversi punti. Uno, in particolare, ha riguardato la problematica connessa alle condotte fognarie ed alle acque termali abitualmente scaricate all’intero delle stesse che ovviamente, laddove finissero nel depuratore, finirebbero per bloccare e danneggiare la struttura, con tutte le conseguenze facilmente intuibili. La Cimmino ha chiesto come mai per Casamicciola si procedesse così a rilento e Rolle ha spiegato che un limite era stato causato dal susseguirsi di diversi commissari, prima però di fornire tutte le rassicurazioni del caso sulla continuità del lavoro. Sempre l’esponente della giunta casamicciolese ha poi domandato anche che fine avessero fatto le indagini geologiche. La risposta è stata che le stesse sono state appaltate ma prima di riprendere l’iter è necessario che l’ultimo commissario faccia la “staffetta” consegnando carte ed atti. E’ evidente che l’attenzione ricadesse anche sui tempi, visto che gli stessi si stanno dilatando in maniera spaventosa ma su questo Rolle è stato categorico garantendo un’accelerazione, peraltro richiesta da Bruxelles che come è noto non ha guardato con favore alle italiche lungaggini.

Le parti hanno convenuto di incontrarsi nuovamente a Napoli tra quindici giorni, al termine del summit sono positive le sensazioni di Loredana Cimmino: “L’incontro è stato proficuo – ha spiegato – abbiamo fatto nel tempo una serie di passaggi per vederci poi sempre abbandonati al nostro destino. Questo è il terzo commissario, ma stavolta devo dire che ho ricavato un’impressione molto positiva, e la presenza di esponenti del Ministero che erano presenti per dare man forte al progetto della realizzazione dei depuratori è un qualcosa che fa ben sperare…”.

Corrado Roveda

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex