Statistiche
ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Diabete e obesità, il convegno sulle malattie virali del terzo millennio ieri mattina a Lacco Ameno

di Isabella Puca

foto Fely Castagliuolo

Lacco Ameno – In Campania il 47% dell’ intera  popolazione è in sovrappeso, il 18% è colpito da obesità grave. Un dato ancora più preoccupante riguarda l’obesità infantile: nel Nord i bambini fuori taglia sono circa un terzo, nel Centro Italia poco più di un terzo, e nel Sud si aggirano intorno al 40%, con un picco in Campania dove arrivano persino al 49%. È partendo da questo quadro non proprio rasserenante che la Fidapa insieme all’Associazione italiana genitori e all’istituto Comprensivo di Forio ha inteso organizzare il convegno “Le malattie virali del terzo millennio: diabete e obesità” tenutosi ieri mattina nella sala dell’Hotel Terme di Augusto di Lacco Ameno. Informazione e prevenzione sono state le parole chiave della mattinata che ha visto un interessante intervento scientifico della dott.ssa Concetta Irace.  «Avevo dato la parola che sarei stato presente per darvi il benvenuto a Lacco Ameno – ha detto il sindaco Giacomo Pascale – Ringrazio Basentini che ci ospita e ha messo a disposizione la struttura, ma un ringraziamento particolare va alle due associazioni, quella nazionale genitori rappresentata a Ischia  da Anna Irace e alla Fidapa presieduta da Tuta Irace. Questo convegno è la prova che quando le associazioni dialogano su tematiche serie, chiedendo e ottenendo l’aiuto delle amministrazioni comunali, possono tenere alta l’ attenzione su tematiche importanti. Il mio augurio è che possa aumentare la consapevolezza e magari insegnare queste problematiche ai bambini in età scolare. Finché avrò l’ onore e l’ onere di fare il sindaco, queste iniziative troveranno sempre spazio nel mio comune». Obesità e diabete sono malattie in forte espansione e quindi il tema affrontato ieri mattina è di forte attualità. Assenti il professor Agostino Gnasso e la dott.ssa Maria Chiara Conti, il cui saluto è stato affidato alla professoressa Tuta Irace. «Vi porto il saluto come presidentessa della Fidapa, un’associazione di donne che lavorano nel mondo della scuola, delle arti e dell’ economia, e della preside Conti che stamane, per un impegno familiare improvviso, è stata chiamata fuori dall’ isola. Come Fidapa abbiamo curato dei convegni che riguardano tutto ciò che può essere legato alla cultura e alla salute. Lo scorso anno abbiamo promosso il convegno legato alle manovre per la vita realizzando in una mattinata di confronto davvero importante.  Come molti di voi sapranno – ha detto ancora la prof. Irace –  lavoro all’istituto Comprensivo di Forio dove da molti anni la Conti ha voluto che determinati temi, come quello della nutrizione, fossero portati avanti. Ogni anno la dott.ssa Cruzzocrea fa lezione ai nostri ragazzi per far capire loro come si mangia. Oggi, per cultura, le borse dei nostri ragazzi sono piene di merendine e questo va ad aggravare una situazione già grave». Oggi in Italia un bambino  su tre è in sovrappeso; uno  su dieci è obeso. Lo stile di vita sedentario, il praticare poco sport, tutto questo porta al problema sin da ragazzini. «Come scuola – ha continuato la Irace  – abbiamo cercato di porre in essere iniziative didattico – ludico, curiamo la mensa con diete particolari e promuoviamo momenti di formazione per i ragazzi. Nel nostro istituto ci sono diversi ragazzi con patologie e tra i più piccoli qualcuno ha già il diabete.  Il modo di vivere può portare uno scombino a livello familiare, ma la scuola deve fare formazione su come trattare questi casi. La sfida è che tutte le scuole si uniformassero per una serie di azioni di sensibilizzazione e di prevenzione». L’intento della Fidapa è stato proprio questo: prevenire sensibilizzando a questo tema e sempre in quest’ottica è stata organizzata per oggi, in piazzetta San Girolamo, a partire dalle 10:00, la manifestazione “Una manovra per la vita”. Fino alle 13.00, medici ed esperti del settore, utilizzando appositi manichini, insegneranno ai cittadini presenti come effettuare le importantissime manovre anti soffocamento. Nei primi anni di vita, infatti, 1 su 4 morti per cause accidentali avviene per il soffocamento causato dall’inalazione di cibo o di un corpo estraneo. «Siamo con la Fidapa  – ha detto al microfono la dott. Anna Irace presidentessa della sezione di Ischia per l’ Associazione Italiana Genitori –  promotori di questo convegno. Da parte nostra è di grande interesse per queste problematiche conoscere e approfondire le malattie del metabolismo, purtroppo molto presenti sul nostro territorio. Questo era un primo passo per prevenire, la  prevenzione è infatti l’unica arma per affrontare questa malattia».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex