Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Dialoghi della memoria: alla scoperta di Giacomo Retaggi

Martedì 30 agosto alle ore 20, presso l’hotel “La tonnara” a Marina Chiaiolella, per l’organizzazione della casa editrice Fioranna e dell’Associazione gruppo culturale Amato Libro, dialogo tra Lina Lubrano e Giaco Retaggio

Martedì 30 agosto alle ore 20, presso l’hotel “La Tonnara” a Marina Chiaiolella 51/b, per l’organizzazione a cura diEdizioni Fioranna e dell’Associazione gruppo culturale Amato Libro, serata dedicata alla rivisitazione di alcuni scritti del dott. Giacomo Retaggio, l’autore che con il suo tono semplice, mai presuntuoso, ma a volte intrigante e perfino irriverente, ha tracciato il profilo della società procidana di quest’ultimo mezzo secolo, dialogherà con Lina Lubrano.

Da “A Procida non caddero bombe”, che descrive gli anni della seconda guerra mondiale a Procida e dove fornisce uno spaccato semplice e veritiero della vita isolana di quel periodo, a “L’isola nell’isola”, giunto alla terza edizione, che descrive l’esperienza venticinquennale dell’autore come medico nella casa penale di Procida. Questo è un libro completo e profondo che descrive, nelle sue varie sfaccettature, la vita dei detenuti, delle guardie e del personale tutto delle carceri.Nella sua lungo percorso di scrittore quasi nessun aspetto della vita isolana è stato trascurato.“L‘acqua del mare è salata” parladella vita del mare; “All’armi! All’armi! La campana sona” narra le disavventure procidane in seguito alle incursioni barbaresche. “Intrighi e calunnie in sagrestia” svela gli intrecci della vita sacrestiale procidana; “Procidani quasi dimenticati” ricorda l’esistenza di concittadini illustri passata nel dimenticatoio. In omaggio alla “procidanità” come non ricordare, poi, “Procidani si nasce ed io lo nacqui”, opera divisa in due parti.

La bibliografia di Giacomo Retaggio, molto vasta e complessa, offre un quadro esaustivo della società procidana con tutte le sue contraddizionied i suoi meriti, dandone un quadro veritiero, non di circostanza, come è nel suo carattere non disponibile a compromessi.

Per i tanti estimatori che lo seguono da tempo il medico-scrittore, ma anche per quelli che lo conosceranno per la prima volta, sarà sicuramente una bella ed interessante esperienza.

Con la partecipazione della libreria La Graziella, nel corso della serata si alterneranno le letture di Rino Vacca, Tommaso Scotto di Uccio, Carlo Scotto di Santolo, Lino Dell’Amura, Tina Mammalella, Iolanda Scotto di Minico, Maria Rosaria Di Stefano, e gli interventi musicali di Francesco Tramontana e Anna Lubrano Lavadera.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex