CRONACAPRIMO PIANO

Diesel e benzina, l’amara sorpresa prima dell’alta stagione 

l costo della benzina ha superato il tetto dei 2 euro al litro mentre per un litro di diesel ci vogliono 1,80 euro. Fino a 50centesimi al litro la differenza del costo con la terraferma 

Prima delle vacanze, la doccia fredda: tornano i rialzi su listino prezzi della rete carburanti italiana. Un nuovo aumento che arriva proprio in concomitanza con l’inizio dell’alta stagione e delle vacanze. Dopo l’impulso venerdì di Eni, infatti, nel fine settimana anche Italiana Petroli ha rivisto all’insù i prezzi raccomandati di benzina e diesel di 1 cent, mentre Tamoil e Q8 hanno messo a segno aumenti di 2 centesimi su entrambi i prodotti. 

BENZINA E DIESEL, I PREZZI AGGIORNATI

In base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,601 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,602 a 1,616 euro/litro (no-logo a 1,580). Il prezzo medio praticato del diesel è a 1,484 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,485 a 1,502 euro/litro (no-logo a 1,461). C’è una differenza, poi, con il servito. La benzina ha un prezzo medio di 1,735 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,712 a 1,807 euro/litro (no-logo a 1,628), mentre per il diesel la media è a 1,622 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie tra 1,610 e 1,709 euro/litro (no-logo a 1,509). Il Gpl, infine, va da 0,610 a 0,645 euro/litro (no-logo a 0,612). 

I PREZZI SULL’ISOLA D’ISCHIA 

Sull’isola però, i prezzi sono ben diversi rispetto al resto d’Italia. Facciamo un giro per le strade muovendoci in ungo ed in latrgo sull’isola. Per trovare il prezzo migliore per la benzina bisogna andare in Via Provinciale Forio Lacco Ameno il distributore Eni vende la benzina a 2,008 euro al litro. Il distributore con il prezzo inferiore è quello Total Erg di Serrara Fontana con 1,899 euro al litro. Per ciò che riguarda il self service, invece, secondo il Codacons la media nazionale è di 1,618 euro al litro. Ad Ischia, invece, il prezzo minore è di 1,899 per la benzina erogata dai distributori TotalErg in piazza Manzi a Casamicciola e in via Giardini a Serrara Fontana. Unica eccezione il distributore no-logo di Forio che eroga un litro di verde a 1,888 euro in self service. E per il gasolio, il discorso è lo stesso.  Il prezzo per un litro servito oscilla tra 1,908 e 1,769. Ed anche in questo caso siamo lontani dalla media nazionale.  

Annuncio

Quando chiediamo ad uno dei distributori il motivo del prezzo così alto ci rispondono che è legato “al trasporto sull’isola”. Impensabile, però, che la differenza tra il costo del carburante tra la terraferma e l’isola di Ischia sia di circa 30 centesimi al litro. Davvero troppo. A deciderli, in ogni caso, i prezzi, non sono comunque i singoli gestori bensì le compagnie petrolifere che comunicano ai benzinai i prezzi da esporre. Negli ultimi anni sono state molteplici le iniziative dei residenti attraverso associazioni che hanno chiesto chiarimenti sulla questione prezzi. Nessuno, però, è riuscito a sapere il reale motivo che porta al costo così esoso del carburante sull’isola. Nemmeno i legali di Federconsumatori per l’isola di Ischia hanno ottenuto risposta. Circa un anno fa i rappresentanti dell’associazione di consumatori hanno presentato un esposto al Ministero per lo Sviluppo Economico chiedendo l’adeguamento del costo del carburante sull’isola a tutto il resto d’Italia. Per i consumatori, che siano residenti o vacanzieri il consiglio può essere solo uno: affidatevi alle applicazioni scaricabili sugli smartphone che mappano in tempo reale le tariffe zona per zona, via per via. Il risparmio è sempre più determinante per i consumatori, per non dire l’unico criterio di scelta oltre alla prossimità geografica. Quotidianamente queste app vengono aggiornate con dati del Ministero dello Sviluppo economico dove i gestori sono tenuti a registrare ogni variazione di prezzo (pena multe salate).  

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllare Anche

Close
Back to top button
Close