ARCHIVIO

Dimhotels a Guida Viaggi: Aiutati dalla crisi del Mediterraneo

“Siamo aperti tutto l’anno, tranne i periodi di manutenzione ordinaria e straordinaria. La media è di 45 settimane all’anno. Febbraio è il mese con meno affluenza, ma è fisiologico. Non è il periodo delle cure e nemmeno quello del balneare. La stagione che è ancora in pieno svolgimento, grazie alle cure termali, è andata abbastanza bene, aiutati dalla crisi del Mediterraneo”.
A parlare, durante #NF15, Isidoro Di Meglio, direttore commerciale del gruppo DimHotels, che vanta otto hotel ad Ischia. Il manager ha sottolineato che il riempimento è dato dai gruppi che arrivano soprattutto dal Nord Italia e dalla convenzione per le cure termali con le Usl che consente un ciclo di 12 giorni di cure. “Lamentiamo l’assenza degli stranieri – ha sottolineato il manager -. Sono spariti i tedeschi, viene solo la Merkel. E una delle ragioni è che prima della caduta del muro le cure termali venivano rimborsate, ora non più. Inoltre dall’entrata dell’euro sono diminuiti non solo i tedeschi, ma anche gli svizzeri, gli austriaci in quanto considerano la vacanza in Italia non più conveniente come un tempo. I russi che avevano cominciato a venire, hanno smesso. Quasi inesistenti i turisti dall’Est Europa. Credo sia impossibile riprendere ciò che si è perso”. Questo l’amaro sfogo di Isidoro Di Meglio che si è detto comunque soddisfatto dell’andamento della stagione. “Abbiamo ottenuto buoni risultati grazie alla crisi di altri paesi del Mediterraneo. Questa estate il 98% dei nostri alberghi parlava italiano”  (Guida Viaggi)

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close