Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Divieto di sbarco “extralarge”, l’isola si divide

ISCHIA. Nelle ultime settimane i vari comuni dell’isola hanno adottato la delibera che fissa il consueto divieto di sbarco per i mezzi a motore dei residenti delle altre zone della Campania per la stagione 2018. Non è mancata la deroga secondo cui potranno sbarcare veicoli di persone residenti nel territorio della nostra Regione che dimostrino di soggiornare per almeno quindici giorni in una casa privata, con regolare contratto di affitto, o per sette giorni in un albergo del Comune di Barano d’Ischia, oppure di Serrara Fontana,  Panza o Casamicciola. Quest’ultimo Comune ha ottenuto la deroga per la prima volta. Tuttavia, a differenza degli altri anni e della vicina Procida, quest’anno sulla nostra isola il divieto di sbarco è stato esteso fino al 31 ottobre, anziché alla consueta data del 30 settembre. Una differenza che va nella direzione di una sempre maggiore limitazione dell’afflusso di veicoli, per un’isola che da decenni non riesce a risolvere il caos generato dalle troppe automobili in circolazione. Tuttavia l’estensione temporale del divieto vede anche qualche voce dissenziente: è il caso di alcune Compagnie di navigazione. Abbiamo ascoltato il parere del portavoce di una di esse, e quello di due sindaci. Questi ultimi in sostanza confermano senza tentennamenti la bontà del provvedimento, mentre l’esponente Medmar espone più di una perplessità nei confronti di una misura che impedisce ai visitatori campani di sbarcare con un proprio mezzo sull’isola nel primo scorcio della stagione autunnale, quando il meteo è ancora favorevole dal punto di vista “turistico”.

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex