CRONACA

Droni e telecamere trappola contro l’abbandono dei rifiuti, la ricetta dei Verdi

In seguito alla scoperta di una discarica nell’area boschiva della Maddalena, Mariarosaria Urraro propone l’utilizzo della tecnologia contro chi inquina  

Rifiuti in generale e soprattutto plastica e amianto. Secondo la denuncia del Verdi dell’isola di Ischia questo è quanto ritrovato nel bosco della Maddalena a Casamicciola. “Abbiamo scoperto un nuovo scempio ambientale”, commenta Mariarosaria Urraro Commissario della Federazione dei Verdi nell’Isola d’Ischia. La sua è una denuncia chiara: “Una cosa è certa le aree boschive dell’isola sono usate da tanti delinquenti come vere e proprie discariche”. Da mesi l’esponente del partito dei Verdi ogni giorno denuncia attraverso i social network ciò che non va sull’isola. Discariche, sversamenti a mare, ed ogni tipo di azione che porta alla deturpazione dell’isola. L’azione dei Verdi non è fatta solo di denunce. Ci sono anche soluzioni. “Serve un’azione energica dello Stato – spiega Mariarosaria Urraro – nel contrastare questi fenomeni che danneggiano non solo i nostri terreni e falde acquifere, ma soprattutto la nostra salute. Servono azioni di controllo e di contrasto forti da parte della Polizia municipale ma soprattutto dei Carabinieri Forestali”.

Secondo il commissario della Federazione dei Verdi sull’isola di Ischia una soluzione agli scempi ambientali ed una seria azione di contrasto nei confronti di chi non rispetta l’isola può arrivare proprio dalla tecnologia. “La tecnologia può aiutarci con l’installazione di telecamere, foto trappole e l’ausilio di droni. L’abusivismo edilizio è sicuramente una delle cause che alimentano non solo il lavoro nero e l’evasione fiscale ma questi scempi ambientali, perché la maggior parte dei rifiuti sono edili”. I boschi ischitani, insomma, secondo quanto denunciano i Verdi, sono diventati delle vere e proprie discariche che ospitano tutti i materiali, a partire da quelli di risulta, che non vengono smaltiti nel modo corretto. Dal prossimo mese di ottobre, intanto, sette nuovi droni ad alta tecnologia saranno impiegati per il monitoraggio e il controllo della Terra dei Fuochi. Gli elementi, acquistati dalla Sma, saranno dotati di tutte le certificazioni Enac necessarie, anche per il volo sulle aree urbane. I droni incorporeranno visori in grado di fornire immagini notturne che, attraverso un’attività di postproduzione, risulteranno nitide e utilissime per individuare i responsabili dei roghi. Il personale è già stato formato ed ha acquisito le competenze necessarie per pilotare il nuovo modello di aeromobile. E proprio sulla scia dei droni utilizzati per il controllo della Terra dei Fuochi Mariarosaria Urraro vorrebbe anche l’utilizzo sull’isola. Sull’isola, almeno per il Comune di Ischia, sono già in funzione, le cosiddette telecamere ‘trappola’. Si tratta di dispositivi piuttosto piccoli, con batteria autonoma, che possono essere piazzati (o per meglio dire nascosti) anche su un albero o in mezzo a un cespuglio da dove registrano tutto ciò che accade sotto i loro occhi. Spesso sono utilizzati dalla Forestale per dare la caccia ai bracconieri ed usati anche da parte della Polizia municipale che li utilizza per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.  

Articoli Correlati

3 Commenti

  1. Solo chiacchiere e propaganda
    Ci sono cartelli di video sorveglianza ovunque,ma di telecamere nessuna.se vado a segnalare una persona che butta la munnezza rischio di prendermi anche una bella querela.
    Manca la volontà politica. Le istituzioni sono assenti, e dove ci sono,sono menefreghiste.
    Il 99% degli isolani vive fottendo il prossimo.(basta vedere quanti avvocati ci sono qui)
    Viviamo in un posto pieno di corruzione e raccomandati,a iniziare proprio dalle Forze dell ordine.
    Ma poi,chi si mette a comperare e a pilotare questi droni,Emilio borrelli o la Urraro con la bandierina verde?
    Ah ah ah

    1. Di sicuro non saranno ingaggiati ischitani per fare volare i droni, perché saranno impegnati a costruire immobili abusivi da fittare a nero d’estate.

    2. Voi ischitani siete bravi solo a fare case abusive e a svuotare i pozzi neri a mare. Il vostro ultimo capolavoro pesci e ratti morti sulla spiaggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close