CRONACAPRIMO PIANO

E FESTA SIA, MA CON  GIUDIZIO

Ischia celebra il suo Ferragosto, che da sempre rappresenta anche uno snodo significativo della stagione turistica oltre che estiva. Meno turismo di prossimità e più stranieri regalano una “istantanea” diversa della nostra isola. Sicurezza, l’appello del capitano Laganà a Il Golfo: «Giusto avere voglia di divertirsi, la lo si faccia responsabilmente»

E’ da sempre il giro di boa di ogni estate. E dunque, per località come la nostra isola, anche di una stagione turistica. Per quanto la speranza, sia detto a bassa voce e facendo gli scongiuri del caso, è che il bel tempo possa continuare ad essere una costante per tutto settembre e magari anche a ottobre, consentendo così di recuperare quanto perso a maggio a giugno. Per motivi, va precisato, che potrebbero essere dei più disparati e sui quali non ci pronunciamo anche per evitare di scatenare commenti e considerazioni di una moltitudine di nostri concittadini che dalla sera alla mattina si riscoprono esperti di marketing turistico: siccome chi scrive non ha questa peculiarità lascia il giudizio (per quello che conta e vale) ad altri. Una sola cosa ci permettiamo di dire, sarà un Ferragosto anomalo. Il primo, dopo chissà quanto tempo, non caratterizzato almeno sulla carta dalla solita “invasione” e soprattutto contornato anche da giovani stranieri di varia estrazione e nazionalità sbarcate su questo lembo di terra. Negli autobus, nelle strade principali, nelle spiagge e nei parchi termali si sente parlare anche in inglese, francese e americano e non più solo in partenopeo stretto: nulla contro il turismo di prossimità, ci mancherebbe – fatto salvo per la mazzamma di cui faremmo volentieri a meno, ma perché mazzamma in quanto tale e non certo per la provenienza geografica – ma è chiaro che vedere Ischia in una veste diversa a quella cui eravamo abituati non dispiace. Che poi si sia trattato di un caso e che da questo caso possa nascere un’opportunità, beh questo spetterà a noi isolani. La statistica è contro di noi, visto che in quanto a scelte la storia (non soltanto recente) dimostra come difficilmente ne abbiamo azzeccata una. Ma da che mondo e mondo ad Ischia la parola Ferragosto significa anche necessità di garantire presidio del territorio e sicurezza a residenti e turisti, perché in ogni caso la popolazione stanziale finisce comunque col moltiplicarsi in maniera esponenziale. E allora forze dell’ordine attente a controllare in particolare i luoghi più gettonati della movida e soprattutto a garantire il rispetto delle ordinanze sindacali: Ischia ha vietato l’accesso alle spiagge comunali libere da ieri sera e fino a domattina alle 6 e con essa bivacchi, falò e affini. A Forio il divieto in una determinata fascia oraria esiste a prescindere e certo il rispetto di queste disposizioni sarà adeguatamente monitorato. 

Alla vigilia abbiamo raccolto le considerazioni e soprattutto l’appello del comandante della Compagnia dei Carabinieri di Ischia, Tiziano Laganà, che così si è espresso al cronista: «Già a partire dalle scorse settimane abbiamo intensificato i controlli con particolare riferimento ai flussi turisti in arrivo e partenza nei porti isolani. Un’attività, la nostra, mirata soprattutto ad impedire fenomeni quali il traffico di sostanze stupefacenti e lo sbarco di soggetti muniti di armi. E’ chiaro che un occhio di riguardo lo abbiamo destinato alla movida, che per ovvi motivi in questi giorni sarà particolarmente frequentata e movimentata». Poi Laganà aggiunge: «Queste attività saranno ovviamente prese d’assalto e noi continueremo a vigilare su un altro fenomeno, quello della violazione del divieto di somministrazione di alcol ai minori. Siamo consapevoli che questo è un periodo di vacanza, di spensieratezza, in cui la gente vuole divertirsi, ma va fatto comunque in sicurezza. Nella giornata di domani (oggi per chi legge, ndr) tutti i carabinieri in organico alla nostra Compagnia ed alle stazioni dislocate sul territorio saranno in servizio, con le unità che saranno spalmate senza soluzione di continuità h24: l’obiettivo è di garantire un Ferragosto tranquillo, senza tralasciare nulla. Ovviamente concentreremo sforzi e attenzione anche sulla circolazione stradale, considerato che in questi giorni c’è in giro un numero decisamente maggiore di veicoli in strada: ci saranno controlli con l’etilometro, ribadiamo che occorre divertirsi responsabilmente. Mai mettersi alla guida se non si è in condizione di farlo senza rischiare di creare pericolo all’incolumità propria e del prossimo. Infine, non abbasseremo la guardia verso il fenomeno delle affittanze abusive, grazie al quale spesso personaggi poco “graditi” riescono a trovare sistemazione sull’isola a causa della mancata comunicazione della loro presenza all’autorità di pubblica sicurezza».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex