ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Eav Ischia, arriva l’encomio per il personale

È arrivato ieri mattina l’encomio al personale Eav di Ischia da parte della Direzione Generale dell’Azienda di trasporto napoletana per il particolare impegno avuto in occasione del terremoto di lunedì scorso, a Casamicciola. Il Presidente Umberto De Gregorio ed il Direttore Generale Pasquale Sposito hanno voluto elogiare e ringraziare tutti i dipendenti isolani con una nota inviata a tutti i dipendenti. «Il sisma che ha colpito Casamicciola lo scorso lunedì – scrivono i due massimi dirigenti – ha visto impegnati in prima linea i lavoratori di Eav di Ischia che da subito non si sono risparmiati nell’opera di assistenza e collaborazione. Il servizio autobus si è rafforzato e ininterrottamente protratto nella notte, anche oltre l’orario consueto, per poi riprendere già alle 5 di martedì mattina. L’Azienda intende sottolineare lo straordinario impegno di tutti gli operatori isolani che non si siono risparmiati in un momento così drammatico. A tutti – prosegue la nota – va il ringraziamento dell’Azienda che si stringe ai molti di loro che sono essi stessi vittime del sisma, avendo subito danni alle proprie abitazioni. Un grazie a tutti gli autisti, agli operai, ai funzionari, al collega Polito che da Ischia ha coordinato l’esercizio in quei momenti drammatici, al collega Bernardi che da Napoli ha seguito tutti gli sviluppi fino a tarda notte e a tutte quelle persone che hanno collaborato operativamente con il loro preciso lavoro. Grazie!».

Proprio nell’impianto di Via Michele Mazzella sono già in atto una serie d’iniziative di solidarietà e di sostegno per i colleghi che sono stati colpiti dal sisma. Intanto, restano sospesi i collegamenti con la zona alta di Casamicciola. Le linee 3, 4 e 14 non circolano e per il loro ripristino si prevedono tempi molto lunghi. Al momento non sono possibili percorsi alternativi in quanto la rete attraversa le zone terremotate. La linea 16 è ritornata a circolare già il giorno dopo il terremoto, ma con un percorso ridotto: collega Piazza Marina con il Cretaio, ma non prosegue per il Fango.

Luigi Balestriere

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button