Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Eav, a Napoli sogni di grandezza: a Ischia si preparano modifiche

È l’epoca delle rivoluzioni e del rilancio. In casa Eav sono in corso una serie di attività tese a modificare l’attuale sistema organizzativo del servizio pubblico. Ad Ischia, ad esempio, potrebbe partire prossimamente una radicale modifica delle linee. Già da qualche anno, infatti, la dirigenza sta lavorando sulla modifica delle circolari, che dovrebbero essere modificate. Niente più CD e CS nel periodo estivo, ma solo linea 1 (Ischia-Forio Sant’Angelo e viceversa) e linea 18 (Ischia-Barano-Sant’Angelo e viceversa). Per tali modifiche c’è già il placet dei sei sindaci. Una soluzione che dovrebbe rendere più regolare il servizio ed i transiti lungo le fermate, considerata l’elevata mole di traffico veicolare che provoca forti rallentamenti e ritardi. La questione tecnica, però, sta avendo molti contrasti con le strutture sindacali perché il nuovo piano aziendale prevede un aumento del carico di lavoro nel periodo estivo ed un considerevole calo nel periodo invernale. Tutto secondo le nuove  norme contrattuali che non appaiono particolarmente vicine ai lavoratori, come spesso accade.

Attualmente, sull’isola, è in corso un tavolo tecnico tra l’azienda, i rappresentati sindacali ed una rappresentanza di lavoratori per discutere sulla rivoluzione che dovrebbe partire con il nuovo anno. Sembra difficile trovare la soluzione, anche perché la dirigenza ha messo sul tavolo gli esuberi del personale che, a questo punto, rischierebbe il trasferimento. Una vicenda complessa su cui aleggiano ombre mai diramate. Restano le difficoltà legate alla viabilità ed alle dimensioni dei bus, soprattutto nei passaggi lungo il versante collinare. Il nodo più difficile da sciogliere è quello legato ai turni di circa otto ore d’estate e di poco più di quattro d’inverno non trova punti d’incontro. C’è tempo sino al prossimo 25 novembre per trovare le soluzioni, poi l’azienda deciderà o per l’applicazione del nuovo programma d’esercizio o per i trasferimenti. Intanto, a Napoli si punta in alto e l’Eav conta di ampliare il bacino d’utenza in vista del bando regionale in 5 lotti che dovrebbe uscire entro la fine dell’anno. L’azienda cerca partner pubblici e privati per estendersi anche in provincia.

Questo il comunicato della società regionale attraverso le parole del Presidente Umberto De Gregorio. «Entro la fine dell’anno, la Regione Campania attiverà una prima fase delle procedure di gara per l’aggiudicazione dei servizi di trasporto su gomma, nei 5 lotti individuati con apposita delibera dello scorso anno. Eav attualmente svolge i servizi nell’ambito del lotto 4 (Città Metropolitana di Napoli) e detiene la capacità tecnico-organizzativa, requisito minimo di partecipazione alla gara; ma, ignorando le modalità di effettuazione della gara e quali requisiti siano richiesti in termini di capacità finanziaria o di parco autobus detenuto o di percorrenze svolte nell’ultimo triennio, non intende tralasciare nessuna azione preparatoria né lasciare che gli eventi travolgano il settore, sul quale l’intero management si è impegnato in maniera intensa e produttiva. Per tali motivi, si è deciso di cercare, attraverso canali ufficiali e con una manifestazione di interesse – pubblicata oggi sulla gazzetta europea e sul sito aziendale – un eventuale partner, sia pubblico che privato, che, laddove necessario, possa dare un contributo utile per l’aggiudicazione dei servizi. È un semplice sondaggio, non impegnativo né per Eav né per le imprese che dovessero farsi avanti ma, soprattutto, è un segnale per affermare che Eav c’è e non si sottrae al confronto con l’imprenditoria pur di rimanere leader del trasporto campano».

Luigi Balestriere

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x