Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Eav,gli utenti chiedono pensiline e infopoint per migliorare il servizio

Presso il Municipio di Ischia l’ingegner Vignola dell’Eav ha incontrato una rappresentanza degli utenti e delle amministrazioni per discutere dei miglioramenti da attuare al servizio di trasporti pubblici isolano

Trasporti pubblici, croce e delizia di un’isola che tenta con tutte le sue forze a ribellarsi al traffico di autovetture, che diviene, anno dopo anno, sempre più opprimente. Del traffico tutti si lamentano ma in pochi ad oggi hanno attuato soluzioni davvero rivoluzionarie che possano porre fine a una situazione divenuta profondamente paradossale. Un’isola turistica, che dovrebbe emanare in ogni suo angolo serenità e tranquillità è riuscita negli ultimi decenni a divenire una piccola metropoli in miniatura con tutte le criticità di una grande città e  senza avere nemmeno uno dei vantaggi che vengono offerti a chi vive in una metropoli. Per discutere di questa anomalia e delle possibili soluzioni che solo un potenziamento dei mezzi pubblici, in concorso con altre virtuose iniziative, può concretizzare, ieri mattina, presso il municipio di Ischia si è svolta una riunione che ha visto presenti il coordinamento isolano per la mobilità, composto dai rappresentanti del mondo studentesco, delle amministrazioni e delle associazioni di categoria. Un gruppo che ha presentato al direttore dei mezzi Eav, l’ingegner Mariano Vignola, le principali criticità che ancora insistono sull’isola nonostante le numerose segnalazioni di inadempienze e miglioramenti da attuare sulle linee isolane coperte dai mezzi pubblici.

Oltre al potenziamento del servizio, che nonostante stia in questo periodo funzionando bene potrebbe ancora migliorare aggiungendo nuove linee sulle tratte principali sempre più utilizzate dai turisti e residenti, ad essere particolarmente carenti sono le informazioni da fornire ai turisti che fin troppo spesso non sono in grado di orientarsi, complice l’assenza di mappe e segnalatori a bordo che non indicano le fermate o la posizione del bus in tempo reale. La soluzione immediata è l’utilizzo di info point, punto di riferimento per chiedere informazioni legate ai trasporti. Ma non basta, si potrebbe fare molto di più.  Una mancanza davvero nefasta che potrebbe migliorare enormemente il servizio, non solo fornendo informazioni a chi si trova già sul bus e che potrebbe conoscere in tempo reale dove si trova e quanto tempo manca all’arrivo presso la destinazione desiderata, ma che potrebbe anche essere un aiuto formidabile per chi sulla fermata aspetta l’arrivo dei bus arancioni all’orizzonte affidandosi solo alla speranza che l’apparizione dei mezzi pubblici avvenga nel più breve tempo possibile. Com un sistema di geolocalizzazione montato sui bus e la comunicazione dei dati in tempo reale su una piattaforma web, ogni utente potrebbe sapere in tempo reale dove si trova il bus e approssimativamente quanto tempo mancherebbe al suo arrivo. Niente di fantascientifico, ma tecnologia abbordabile e anche a prezzi contenuti

Nella casa comunale dove il primo cittadino Enzo Ferrandino elabora le sue decisioni per la cittadinanza si è intanto discusso della realizzazione delle tanto agognate pensiline che potrebbero fungere da riparo, sia in inverno che in estate, dalle intemperie e che mancano sull’isola da fin troppo tempo. Solo il comune di Serrara Fontana ne conta diverse sulle principali fermate del suo territorio e sono benedette dagli utenti che hanno un luogo dove ripararsi in attesa del passaggio del bus. Intanto, dopo l’arrivo di 5 pollicini di rinforzo, che coprono le zone meno accessibili dell’isola, per nuovi bus bisognerà attendere almeno la fine dell’estate, parola dell’ingegner Vignola che dopo aver preso nota delle numerose esigenze della comunità ischitana cercherà soluzioni quanto più soddisfacenti possibile per fornire alla comunità ischitana e ai numerosi turisti che popolano l’isola un servizio sempre più soddisfacente ed efficiente.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button