SPORT

ECCELLENZA Barano, Di Spigna: «Una grande partita, ora testa al Pomigliano»

Il capitano bianconero fa il punto della situazione in merito al match della scorsa settimana e carica i suoi in vista dell’importante appuntamento di questo weekend

Non c’è che dire, nelle ultime partite il Barano di mister Di Meglio ha sorpreso un po’ tutti. E non tanto nelle prestazioni in quanto quelle spesso ottime, ma quanto nel risultato, in quella concretizzazione che da parecchio forse mancava e che ha costretto gli aquilotti a vedersi segregati tra le ultime posizioni in classifica. E’ un Barano che non demorde e come sempre forse è anche un po’ abituato a soffrire e potremmo dire (scherzandoci anche un po’ su) che a quanto pare soffre bene, se poi i risultati che arrivano sono così travolgenti, da lasciare un Marcianise quasi interdetto. Una caparbietà, una forza che ha sempre contraddistinto la squadra di patron Giosi Gaudioso e che continua a farlo a dispetto di tutto e tutti. A dispetto forse di chi già li dava per spacciati e retrocessi nuovamente e invece tornano a lottare e a provare a farsi spazio nei meandri di una classifica e un campionato che non può dirsi ancora finito e che molto probabilmente ci si giocherà tutto sia in cima che in fondo, nelle ultimissime giornate.

Di questo e altro ne abbiamo parlato col capitano bianconero Luca Di Spigna.

Una partita eccezionale quella della scorsa settimana al Di Iorio, dove il Barano ha letteralmente travolto il Marcianise e messo nel sacco tre punti, potremmo dire vitali ai fini della salvezza…

«Si, assolutamente! E’ stata una partita affrontata bene come le due ultime gare. Finalmente dopo ottime prestazioni sono arrivati anche quei risultati che da mesi aspettavamo. Incominciamo a raccogliamo quello che abbiamo e stiamo ancora cercando di seminare. Abbiamo sbagliato un po’ di volte e prendiamo gol troppo facili. In queste partite bisogna essere concentrati al 110 per cento e non possiamo permetterci distrazioni. Indubbiamente nel primo tempo potevamo fare meglio ma, fortunatamente, nel secondo, siamo scesi in campo col piglio giusto e abbiamo aumentato il ritmo e ce l’abbiamo fatta. L’importante era riuscire a portare i tre punti a casa e l’abbiamo fatto grazie alla voglia e la determinazione dell’intera squadra. Anzi vorrei approfittarne da capitano e fare i complimenti ai miei compagni per l’ottima prestazione».

Una prestazione ottimale e un ritrovato Angelo Arcamone, tornato in gran forma…

«Si, Angelo è uno dei nostri elementi principali, portanti della squadra. Quando lui sta bene tutti vanno alla grande, lui è molto importante per noi e quando è in forma come la scorsa settimana è uno che può fare e fa la differenza. Ultimamente non sta facendo bene ma benissimo. Devo dire comunque che tutta la squadra ha giocato bene dal portiere al reparto difensivo».

In campo questo weekend in trasferta a Pomigliano, una partita tosta e molto importante per voi…

«Sappiamo bene che non sarà una passeggiata, anzi tutt’altro. Ci aspettiamo di trovare una squadra sicuramente agguerrita che vorrà continuare la scia dei suoi ben dodici risultati positivi, ma sappiamo che anche noi possiamo e sappiamo dar fastidio. Ci siamo allenati tutta la settimana con la stessa intensità e grinta delle scorse, con il morale sicuramente alto grazie alla vittoria col Marcianise ma con l’umiltà di chi sa che deve ora dare il tutto per tutto per salvare la maglia. Rispettiamo il Pomigliano, ma andremo lì a fare la nostra gara cercando di portare a casa il pieno risultato. Da qui alla fine ogni gara per noi sarà una finale e così la affronteremo. Il nostro obiettivo è di riuscire quanto meno a ritagliarci un posticino e/o a fare i playout in casa».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close