Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ecco la nuova zona rossa di Casamicciola

CASAMICCIOLA TERME. Manca soltanto l’ufficialità, ma il Comune di Casamicciola è di fatto pronto a disporre la ridefinizione dei confini della zona rossa. Grazie alla riapertura di via Casamennella, la parte alta del Comune termale ritrova un ulteriore tassello nel difficile cammino verso la normalità. L’apposita ordinanza sindacale è sul tavolo del primo cittadino, completa di planimetria. Si attende l’arrivo del documento che certifica la definitiva conclusione dei lavori in via Casamennella, poi l’ordinanza dovrà essere sottoscritta dal sindaco. Il provvedimento dunque modificherà il perimetro dell’area. essenzialmente, la ridefinizione riguarda la “liberazione” della citata via Casamennella, di via Casa Capezza, la via delle terme La Rita, ma anche l’inizio di via d’Aloisio, e una piccola parte di strade adiacenti, come via Pantano. La riduzione della zona rossa arriva a quasi un anno dalla precedente ordinanza, la n.102, che “liberava” via Spezieria, di Piazza Majo e via Montecito. Il provvedimento permette finalmente ai proprietari degli immobili, la cui agibilità è certificata dalla scheda Aedes, di percorrere gli assi viari messi in sicurezza per raggiungere senza pericolo le proprie abitazioni. A tal proposito, l’ordinanza stabilirà con ogni probabilità che i titolari di abitazioni agibili che non ricadono più nella zona rossa,  se non sussistono motivi che impediscono l’accesso alle stesse in sicurezza, dovranno rientrare nelle stesse e non percepiranno più il contributo di autonoma sistemazione (Cas). I proprietari delle abitazioni inagibili, in modo parziale o totale, pur se, allo stato, ricadono all’esterno della Zona Rossa, di fatto sono sempre soggette allo sgombero ordinato con l’Ordinanza Sindacale n° 58 del 22/08/2017 e, in attesa della emissione della ordinanza di sgombero nominativa, continueranno a percepire il contributo Cas previa presentazione dell’autocertificazione relativa all’esito della scheda Aedes. L’ordinanza del sindaco andrà a ulteriormente modificare e integrare la n.58 emessa all’indomani del sisma, e la successiva n.102, con la presa in consegna del tratto liberato dalle macerie, e la relativa nota del direttore dei lavori, dopo la realizzazione di tutte le opere per la messa in sicurezza necessarie al ripristino della circolazione veicolare leggera.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex