Statistiche
CRONACA

Efficientamento energetico, in arrivo 500mila euro sull’isola

I sei Comuni hanno ottenuto il finanziamento in base al numero di abitanti. Entro il 31 ottobre devono essere avviati i progetti

È di circa 500mila euro il finanziamento in arrivo per i sei Comuni dell’isola di Ischia dal Ministero dello Sviluppo Economico per la realizzazione di progetti di efficientamento energetico e di sviluppo territoriale sostenibile.  I Comuni beneficiari del contributo, previsto dall’articolo 30 del Decreto Crescita, dovranno avviare i progetti entro il 31 ottobre 2019, pena la decadenza del contributo. 

500 MILIONI DI EURO PER 7.915 COMUNI

I contributi assegnati ai 7.915 Comuni italiani – a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione (FSC), il Fondo destinato al riequilibrio economico e sociale tra le diverse aree del Paese – variano in funzione della popolazione residente: da 50mila euro per i Comuni con popolazione fino a 5mila abitanti a 250mila euro per i Comuni con oltre 250mila abitanti. I contributi sono destinati a opere di efficientamento energetico quali interventi di illuminazione pubblica, di risparmio energetico degli edifici pubblici, di installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, e di sviluppo territoriale sostenibile quali interventi per la mobilità sostenibile, l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole ed edifici pubblici, l’abbattimento delle barriere architettoniche. 

Il Comune beneficiario del contributo può finanziare una o più opere pubbliche, a condizione che esse non abbiano già ottenuto un finanziamento pubblico e siano aggiuntive rispetto a quelle già programmate sulla base degli stanziamenti contenuti nel bilancio di previsione del 2019. 

480MILA EURO AI COMUNI ISCHITANI, 90MILA A PROCIDA

Ads

A Ischia sono stati assegnati 130mila euro, a Casamicciola 70mila euro. Per Lacco Ameno e Serrara Fontana in arrivo un contributo di 50mila euro, mentre a Barano e Forio arriveranno 90mila euro. Stesso importo in arrivo anche a Procida. I Comuni che sono stati ammessi a finanziamento otterranno lo stesso in due quote: la prima, pari al 50% del contributo assegnato, a seguito della verifica da parte del Ministero del rispetto del termine di inizio lavori, mentre il saldo è erogato solo a seguito del collaudo dell’intervento realizzato. 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x