Statistiche
ARCHIVIO 2ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Elezioni comunali Forio, Coppola: «Quello che vedo… il deserto delle idee»

A circa due mesi dalle elezioni foriane, non c’è ancora chiarezza su chi saranno i candidati. Siamo praticamente fermi ad un paese ridotto ai minimi termini e impresentabile e chi lo ha “amministrato” fino al punto più basso, si ripresenta con arroganza e una campagna aggressiva, che ci riporta indietro di molti decenni… D’altronde, è “attempata” anche l’accoppiata Del Deo-Colella, un Colella che ci riprova, dopo essere stato “escluso” proprio Del Deo alle scorse elezioni… contenti loro… Ma chi non è stato escluso da Del Deo, prima o dopo, più o meno tutti, tranne quelli che hanno chinato il capo, pochi, ridotti ormai al lumicino, in una coalizione, che non potrebbe durare ancora a lungo e che vede nelle elezioni un’ancora di salvezza per “rinnovarsi” e completare l’opera di distruzione già felicemente intrapresa.

Dall’altra parte, ancora il nulla! Oltre a Stani Verde, con Monti e Serpico, in corsa sin dall’inizio, con tutti i dubbi di tenuta di una simile coalizione, che potrebbe comunque pesare e non poco, abbiamo anche un Nicola Manna, deciso ad andare fino in fondo, ma senza alcuna speranza di raggiungere l’obiettivo della poltrona di sindaco, belle parole e automagnificazione a parte. L’ex sindaco Franco Regine, dopo i festeggiamenti per la sentenza, fra indecisione, temporeggiamenti e poca voglia di ricominciare, fino ad oggi non ha ancora ricompattato la vecchia armata, che nel frattempo ha perso e perderà altri pezzi, inutile nominarli. Uno importante, anche se non in termini di voti, ma di peso politico, Nicola Monti, costruisce qualcosa di suo, non si capisce cosa e con quali fini, ma soprattutto per andare con chi…

Da oggi, la chiamerò la Cosa, in onore alla sua appartenenza politica che fu. Altro “autonomo” è Enzo Di Maio, accreditato di un certo seguito, che francamente non vedo. Anche lui corre per la poltrona come Manna, sicuramente con più esperienza e capacità, ma nessuna speranza. Malvsiello mi fa tenerezza… Gigi Lista farà la sua parte, da solo o in compagnia, ma lontano dalla meta agognata. Poi c’è un vuoto e un silenzio siderale, prima di incontrare Vito Iacono e Nicola Nicolella, che non si sono ancora “dichiarati” e Domenico Savio e/o suo figlio, che questa volta vedo a rischio. Resto ancora a guardare e ad essere sempre più convinto, che peggio di così non si poteva…. Ci vorrebbe una botta di culo, ma mancano i culi liberi.

Augusto Coppola

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x