Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Elezioni a Forio, attacco al Papa: gli oppositori puntano al ballottaggio

di Giancarlo Bizanti

FORIO – Lasciando perdere la smentita di Augusto Coppola e il “divorzio” tra Gigi Lista e Nicolella (che potete leggere in altra parte di questo giornale), ad infiammare ancora di più l’agone politico foriano sono le riunioni – spesso “carbonare” – che si stanno susseguendo in questi giorni all’ombra del Torrione e non solo. Secondo le solite gole profonde, nella tarda serata di giovedì – probabilmente nella dimora di uno degli oppositori – si sarebbe tenuto un vertice del cosiddetto “terzo polo” (quello che, tanto per intenderci, sta cercando di detronizzare l’uscente Francesco Del Deo). All’incontro avrebbero preso parte diversi volti noti della politica foriana: l’ex sindaco Franco Regine, il “tubista” Franco Castagliuolo, l’analista Nello Di Maio, il consigliere de “Il Volo” Vito Iacono, l’avvocato Michele Calise e Salvatore Serpico. Tutti i convenuti, secondo alcune indiscrezioni trapelate nella giornata di ieri, si sarebbero riuniti per ragionare seriamente sulla creazione di una terza fazione che avrà il compito di opporsi strenuamente alla falange deldeiana.

Leader e candidato a sindaco della nascente coalizione sarebbe l’ex primo cittadino Franco Regine, che non avendo ottenuto valide garanzie dal Papa (leggasi quattro seggi in consiglio comunale), sarebbe intenzionato a fare le scarpe al buon Francesco. L’avvento di un nuovo antagonista metterebbe in seria difficoltà il sindaco uscente, soprattutto se questo anti-Del Deo si chiamasse Franco Regine. La discesa in campo del noto otorinolaringoiatra, infatti, rovinerebbe tutti i piani di Francesco Del Deo, che come riferito nelle scorse edizioni godrebbe del supporto di Luigi Patalano e di Nicola Monti. Qualora dovesse chiudersi l’accordo per il terzo polo, il “Volpino” potrebbe verosimilmente decidere di fare le valigie e rituffarsi – in ragione dei suoi trascorsi politici – tra le rassicuranti braccia del “Baffo”. E questa concreta ipotesi, inutile sottolinearlo, metterebbe in dubbio la riconferma di Del Deo (che, almeno al momento, viaggia a vele spiegate verso il secondo mandato).

Arrivati a questo punto, c’è da chiedersi cosa farà Stani Verde. A differenza di quanto si potrebbe credere, se nascerà un terzo polo il merito sarà anche del consigliere. Ebbene sì: Stani non ha mai rinunciato alla candidatura a sindaco, e questo ha messo nelle condizioni Franco Regine di staccarsi e creare un proprio gruppo. Insomma, l’ostinazione di Stani Verde potrebbe condurre ai “tempi supplementari”. E se davvero si dovesse andare al ballottaggio, per Del Deo la matassa potrebbe ingarbugliarsi…

 

Ads

 

Ads

 

 

 

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x