Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Elezioni, Josi Della Ragione correrà alla Camera

L’ex sindaco di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione, il prossimo 4 marzo correrà per un seggio alla Camera dei Deputati. Il blogger e giornalista della cittadina flegrea – che attualmente ricopre la carica di consigliere comunale di opposizione sempre nella sua Bacoli – qualche giorno fa ha accettato la proposta di “Liberi e Uguali”, che lo ha candidato nel cosiddetto Collegio Pozzuoli (quello che, tanto per intenderci, racchiude anche i sei Comuni dell’isola d’Ischia, Procida, Bacoli, Quarto, Monte di Procida e Marano di Napoli). Il giovane attivista, da anni impegnato per difendere la sua terra d’origine e i Campi flegrei, ha così commentato questa nuova avventura politica: «Voglio ringraziarvi per la stima, il sostegno e l’entusiasmo con cui state accogliendo la notizia di candidatura in Parlamento: una scelta che ho fatto per essere al servizio della città flegrea. Mi piacerebbe raccontarvi, passo dopo passo, questa entusiasmante campagna elettorale. Ma il tempo è ricco di incontri, interventi pubblici. Di chiacchierate con cittadini che non conoscevo, ma che, dopo averci seguito per anni, vogliono dare una mano. E sentirsi finalmente protagonisti di una sfida nazionale. Ed il tempo per scrivervi, purtroppo, è davvero troppo poco».

«Ringrazio, in particolar modo, anche chi pone domande, dubbi, perplessità» ha proseguito Della Ragione. «Perché il confronto aiuta a crescere; perché il confronto permette di chiarire ancor meglio le ragioni di questa decisione. Ho governato uno dei comuni del distretto, Bacoli. E posso assicurarvi che senza riferimenti territoriali alla Camera, in Senato ed in Regione, le cose si fanno con maggior fatica. Chiedo quindi ai cittadini, da Marano a Quarto, da Pozzuoli a Forio, da Casamicciola a Procida, di scegliere un figlio di questa terra. Di sostenere un progetto ed un’idea di Campi Flegrei che va oltre le divisioni di partito, e che portiamo avanti da 10 anni. Perché possiamo costruire finalmente quel distretto turistico che metta insieme le risorse archeologiche, quelle naturalistiche, le aziende e le piccole e medie imprese locali. Un’unica comunità che merita trasporti dignitosi, recuperando l’idea di intermodalità».

Per raggiungere questo traguardo, bisogna fare rete «potenziando i trasporti via terra, su strada e su ferro, con quelli via mare. Emulando il sistema, ambizioso ma non impossibile da realizzare, delle Cinque Terre in Liguria. Basta volerlo, basta far capire che siamo stanchi di accontentarci delle briciole. Con l’obiettivo di raggiungere, in terra flegrea ed in Italia, l’unico vero obiettivo che deve animare una forza politica riformista: fare ogni sforzo per creare lavoro. Sostenere politiche occupazionali capaci di andare oltre la precarietà e l’assistenzialismo e che rafforzino il protagonismo di chi investe, di chi vuole mettere a reddito decenni di studi. Per combattere la disoccupazione giovanile e sconfiggere la piaga dell’emigrazione. Un sogno? Può darsi. Ma se non ci proviamo per davvero, non lo sapremo mai. Riprendiamoci il nostro futuro. Facciamo squadra. Portiamo la città flegrea in Parlamento».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x