CRONACA

Elisoccorso, l’Asl paga col contagocce: versati 160mila euro

In attesa della nuova convenzione col Comune di Casamicciola per la gestione del servizio, arriva un primo acconto sui crediti complessivi vantati dall’ente

L’Asl ha ascoltato le richieste del Comune di Casamicciola e della sua partecipata. Come si ricorderà, l’ente del Capricho aveva ricevuto pressioni da parte della società Marina di Casamicciola per il pagamento del canone annuo, necessario a garantire il servizio di elisoccorso presso l’elisuperficie intitolata a Giovanni Paolo II, dopo la scadenza della convenzione tra Comune e Asl Napoli 2 Nord lo scorso dicembre.

Con apposita determina l’Asl è venuto seppur parzialmente incontro alle richieste, procedendo a versare un acconto in partita provvisoria di una cifra pari a 160mila euro a saldo dell’anno 2021, a fronte del servizio di elisoccorso che il Comune di Casamicciola ha garantito dal 2019. L’Asl ha ricordato nella determina che il Comune vanta un credito di 100mila euro per il triennio 2016-2018 e di 350mila euro per il triennio 2019-2021, oltre al fatto che i recenti accadimenti legati alla pandemia sull’isola hanno acuito la necessità e l’urgenza da parte del Comune di rientrare nelle somme anticipate a fronte del servizio in questione, per affrontare le emergenze territoriali in questione.

Attualmente è in fase di preparazione la nuova convenzione tra Asl e Comune, vista la scadenza di quello precedente, prorogato fino al 31 marzo. La società partecipata Marina di Casamicciola, che materialmente gestisce l’elisuperficie, aveva già fatto presente al sindaco che l’importo annuo per le spese del servizio dagli oltre 276mila euro del 2016 era sceso progressivamente a 160mila euro, e che quindi sarebbe opportuno attivarsi per il rinnovo a nuove condizioni, e soprattutto per una somma di almeno 200mila euro all’anno. Tali risorse sono necessarie per puntellare il piano di ristrutturazione del debito, approvato anche dal Tribunale di Napoli e di conseguenza è tenuta necessariamente al pagamento di rate mensili fisse per il citato piano, che ammontano a circa 30mila euro, oltre a dover far fronte al pagamento degli stipendi e contributi ai dipendenti per una somma di 40mila euro mensili.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex