ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Emergenza incendi sul Vesuvio, salta lo sciopero dei lavoratori N.U.

Tutto era pronto per uno sciopero che anche sulla nostra isola avrebbe creato non pochi disagi alla comunità. Invece, su volontà della Prefettura, non ci sarà l’astensione dal lavoro dei dipendenti che operano nel settore dell’igiene urbana nell’area metropolitana di Napoli. E che era stato programmato per la giornata di domani, venerdì 14 luglio. Troppo delicata la situazione sul Vesuvio, con incendi interminabili, per trovarsi dinanzi anche ad un’altra emergenza.

L’annullamento dello sciopero che era stato annunciato nella mattinata di ieri è stato annunciato con un comunicato congiunto delle organizzazioni sindacali nel quale si legge quanto segue: «Alla luce della grave situazione determinata dagli incendi che sta investendo diversi punti dell’area metropolitana di Napoli, con punte di estrema criticità nella zona vesuviana, le Organizzazioni Sindacali ritengono di dover assumere un atteggiamento di piena responsabilità al servizio dei cittadini. Al fine di scongiurare che i rifiuti non prelevati possano rappresentare possibili inneschi per nuovi incendi, con il chiaro intento di evitare che gli automezzi successivamente impegnati a recuperare il mancato prelievo legato ad iniziative sindacali possano in alcun modo ostacolare i soccorsi, vengono sospese con effetto immediato tutte le forme di mobilitazione attive nel comparto dell’igiene ambientale. Esprimiamo la più totale solidarietà ed il senso della profonda ammirazione per i Vigili del Fuoco, le Forze dell’Ordine, la Protezione Civile e tutti i soggetti impegnati a fronteggiare la grave emergenza. Lo sciopero generale dell’igiene ambientale nell’area Metropolitana di Napoli, proclamato con nota prot. n. 292/fp del 20 giugno 2017, è quindi revocato. Riconfermando la assoluta necessità di riportare la vertenza dell’igiene ambientale nell’area metropolitana di Napoli all’attenzione delle Istituzioni e dell’opinione pubblica, preannunciamo che la mobilitazione sarà nuovamente proclamata dopo la conclusione dell’emergenza incendi e comunque nel pieno rispetto delle norme che regolano l’esercizio del diritto di sciopero nei servizi essenziali».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close