Statistiche
CRONACA

Emergenza La Rita, convocato nuovo tavolo tecnico

Domani a Casamicciola nuovo incontro tra i vari enti coinvolti nel fronteggiare la situazione di rischio nell’alveo colpito dal crollo di una struttura termale

Nuovo tavolo tecnico domani a Casamicciola. Dopo quello riunitosi lo scorso 19 febbraio, come è noto, i sindaci dei Comuni di Casamicciola Terme e Lacco Ameno avevano inviato congiuntamente al Capo Dipartimento della Protezione Civile, al Governatore della Regione Campania ed agli altri enti coinvolti, la richiesta di Stato di calamità. Il pericolo imminente proviene dalla zona del vallone della Rita dove confluiscono ben tre alvei e dove un alveo tombato è ostruito dalle macerie del crollo di una struttura termale, e sono in procinto di crollo altri fabbricati. Lo ribadiscono i due sindaci nella richiesta citata, dove si legge che “a causa dell’ostruzione dell’alveo sussiste pericolo per l’abitato a valle nel Comune di Lacco Ameno, con la concreta possibilità, in caso di allerta meteo, di evacuazione della popolazione e dell’unico presidio sanitario ospedaliero dell’isola d’Ischia, delle case popolari nonché della scuola media. Con la precisazione che nella zona di confluenza dell’alveo vi è anche una centrale di trasformazione dell’Enel”. Uno scenario preoccupante che ha indotto Castagna e Pascale a rilevare che “la situazione in essere richiede l’immediato urgente e tempestivo ricorso a mezzi e risorse straordinari, che non sono nella disponibilità di questo Ente, atti a fronteggiare la situazione di emergenza in atto e a ripristinare il prima possibile la funzionalità dell’alveo” e che occorre dover continuare a intervenire con la massima urgenza alla messa in sicurezza di territori comunali” e “che sussistono tutti i presupposti per richiedere, agli organi competenti, l’adozione del provvedimento di stato di crisi per calamità naturale”. Domani al tavolo tecnico è stata invitata anche la Città Metropolitana di Napoli. Vista l’urgenza, in attesa delle decisioni governative in merito, il Comune di Casamicciola ha ritenuto necessario riconvocare un incontro per verificare lo stato dell’arte, data soprattutto la grave situazione di pericolo e non potendo prevedere possibili allerte meteo.

Gli Enti coinvolti, compresa la Regione, l’Autorità di Bacino e il commissariato alla ricostruzione, sono stati convocati per domani 26 febbraio alle ore 12:00, presso il Comune di Casamicciola Terme, alla sede provvisoria di via T. Morgera, ma non è escluso che anche stavolta si faccia ricorso ai locali dell’ex Capricho, per rispettare le esigenze organizzative dettate dall’emergenza epidemiologica da covid19.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x