Statistiche
ARCHIVIO 5POLITICA

Enzo Ferrandino: «Basta schermaglie, più spazio ai giovani»

C’è chiaramente grande soddisfazione per un risultato schiacciante che lascia davvero poco spazio ai commenti.

«Siamo sicuramente contenti del risultato e del successo che gli ischitani ci hanno riconosciuto, sintomo questo che hanno apprezzato sia il progetto sia il programma che gli abbiamo prospettato, così come hanno gradito la coalizione che è stata creata. Una coalizione costituita da uomini e donne di grande profilo sia umano che politico, che hanno riscosso l’attenzione e il gradimento degli ischitani. E di questa cosa siamo davvero molto orgogliosi».

Il principale slogan della vostra campagna elettorale è stato #labellaIschia. Un hashtag, quello che in queste settimane è apparso sui social network, che adesso tutti si aspettano diventi realtà. Quali sono le problematiche che Enzo Ferrandino intende individuare e risolvere nei primi sei mesi del suo mandato?

«Questa amministrazione inizia nel bel mezzo della stagione turistica, quindi in questa prima fase dovremo impegnarci per migliorare i servizi in generale, garantendo una maggiore cura del territorio sia per quanto riguarda la pulizia sia per quanto concerne la circolazione veicolare. Nel contempo, cercheremo di progettare quelli che sono gli elementi di punta che abbiamo rappresentato all’interno del nostro programma elettorale».

Nelle liste della sua coalizione erano presenti moltissimi giovani, che senza alcun dubbio le hanno fornito numerose idee da realizzare in futuro. Nel nostro paese oggi si parla tanto di lavoro, di crisi e di disoccupazione, soprattutto giovanile: cosa farà Enzo Ferrandino per i giovani ischitani?

Ads

«Per quanto riguarda il problema del lavoro, e in particolar modo dell’occupazione giovanile, noi dobbiamo riavviare in maniera forte una politica economica finalizzata a valorizzare il prodotto turistico ischitano, facendo leva su quelli che sono i punti di forza che abbiamo a Ischia: le bellezze naturali, il termalismo, l’enogastronomia, la cultura, la storia e la nostra innata capacità di ospitare i turisti che frequentano l’isola. Dobbiamo avere la capacità, nel medio-lungo periodo, di rilanciare il turismo sull’isola. Nel momento in cui torneremo ad avere la giusta posizione nell’ambito del mercato turistico che ci compete, sono sicuro che il problema dell’occupazione giovanile sarà una questione risolta. Per quanto riguarda la partecipazione dei giovani alla vita amministrativa, tutti i ragazzi che ci hanno accompagnato e che abbiamo inserito nel progetto #labellaIschia, avendo già partecipato alla stesura del programma, saranno sicuramente coinvolti nell’azione di governo. Voglio ricordare che sullo scadere della consiliatura che adesso si sta concludendo abbiamo approvato una delibera di consiglio comunale per l’istituzione del forum dei giovani, che è uno strumento che tende a garantire una maggiore partecipazione del mondo giovanile a quella che è la vita sociale, politica e amministrativa della nostra collettività».

Ads

In queste ore di comprensibile gioia per la vittoria ottenuta è doveroso rivolgere un pensiero al suo diretto avversario Gianluca Trani, che andrà a sedersi tra i banchi dell’opposizione insieme a un politico di lungo corso come il senatore Domenico De Siano. Durante questa campagna elettorale non sono mancate frecciatine e colpi bassi tra le opposte fazioni scese in campo. Adesso però bisogna amministrare il paese: come intendete interfacciarvi con la minoranza?

«Penso che dopo questa fase di campagna elettorale, dove si finisce per alimentare una dialettica con varie sfumature, sia ora il tempo della pacificazione del paese. Ischia non ha bisogno di forti contrapposizioni per migliorare, bensì necessita di una forte collaborazione. Pertanto l’auspicio è che ognuno, nell’ambito di quelle che sono le giuste posizioni politiche, dia il meglio di sé per migliorare Ischia e per dare una prospettiva alle future generazioni. Sono certo che questo mio appello non cadrà nel vuoto».

È ancora presto per parlare di assessori, però sarebbe interessante se lei potesse quantomeno tracciare un identikit delle individualità da inserire nella sua giunta.

«Sono trascorse meno di ventiquattro ore dall’esito di questa competizione elettorale, quindi dovranno avvenire prima la mia proclamazione e successivamente quella del consiglio comunale: soltanto allora potremo parlare di assessori. Tuttavia le posso dire che con grande lealtà e collaborazione, con tutta la squadra della coalizione genereremo quella che sarà la migliore compagine amministrativa possibile. Considerate le forze in campo, sono persuaso che sarà una squadra di alto profilo».

E per quanto riguarda il successore di Gianluca Trani alla guida dei lavori consiliari?

«È ancora presto per parlare di queste cose».

Si tratterà sicuramente di un garante che saprà “dirigere l’orchestra” con equilibrio.

«Senza alcun dubbio troveremo una persona equilibrata e di garanzia per tutti».

Magari una quota rosa…

«Non lo escludo».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x