Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

«Enzo Ferrandino? Chieda scusa, invece che cantare la solita canzone»

ISCHIA – Un pò se l’è cercata. ed era anche inevitabile. D’altronde se un vicesindaco, o un sindaco facente funzioni (questo non si è ancora capito, diciamo che funziona in base alla convenienza di Giosi Ferrandino), dinanzi al fermo amministrativo di uno scuolabus sprovvisto di collaudo, invece di alzare le mani lamenta complotta e si abbandona ad esternazioni che definire farneticanti è poco, è chiaro che poi non ci si può aspettare che addetti ai lavori ed opinione pubblica facciano finta di non aver letto.

La risposta che sintetizza un pò il Comune pensiero arriva dall’ex sindaco d’Ischia, Luigi Telese, il quale commenta il farsesco (anche se da scherzarci sopra ci sarebbe ben poco) episodio con una dichiarazione che è tutto un programma: “Sarebbe stato molto meglio se l’ amministrazione di Ischia si fosse scusata (come dovrebbe in ogni caso), invece che accusare i Carabinieri … Questo volersi sempre dichiarare vittima di complotti e attenzioni ‘strane’ non solo non fa onore ad una amministrazione ma rischia di diventare una ‘canzone’ stucchevole,  un ‘disco rotto’. Per Enzo Ferrandino anche i Carabinieri sarebbero ‘condizionati’ dall’ opposizione… farebbe meglio a ringraziarli, piuttosto che litigare anche con l’ Arma”. Una punzecchiatura, quella finale, dalla quale traspare in maniera evidente come anche l’ex primo cittadino sia convinto che non i suoi atteggiamenti il commercialista, piuttosto che aggregare, stia riuscendo soltanto nell’impresa di prendersi questioni col mondo intero. Che dire, contento lui…

GIEFFE

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex