Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Enzo Ferrandino e il regalo di Pasqua, ecco le strisce blu

Dal 1 aprile 2018 nel Comune di Ischia parte la sosta a pagamento. E vi possiamo assicurare che non si tratta di uno scherzo riconducibile al classico  pesce d’aprile. Ad annunciarlo, infatti, sono i cartelli affissi in queste ore lungo le strade cittadine. Il sindaco Enzo Ferrandino nell’uovo di Pasqua 2018 non poteva riservare sorpresa peggiore agli ischitani in quanto l’attivazione del salasso delle strisce blu giunge nella fase di maggiore difficoltà economica per i lavoratori isolani a cui il governo di Matteo Renzi, leader del PD di cui è dirigente locale il primo cittadino ischitano, ha sottratto un ulteriore mese di indennità di disoccupazione e che se tutto andrà bene cominceranno a percepire lo stipendio di stagionali a partire dalla metà del mese di maggio. Se proprio si voleva trovare il modo come intossicare la Pasqua agli ischitani, direi che Enzo Ferrandino e gli amministratori comunali tutti, ci siano riusciti alla grande. La cosa rincresciosa è che le tariffe sono anche esose. Ben due euro all’ora per parcheggiare nelle zone centrali e un euro per sostare nelle zone a ridosso dei centri storici. E mentre ci si affretta ad attivare le strisce blu, strade e parcheggi continuano a versare in una pietosa condizione di abbandono dove abbonda vergognosamente il dissesto stradale. La cosa ancora più vergognosa, poi, è determinata dal fatto che, al contrario di quanto avviene nelle città di Roma, Torino, Bologna, Firenze, Genova e Napoli, a Ischia gli invalidi e i diversamente abili con la propria automobile sono costretti a pagare sulle strisce blu. Pretendere da invalidi e diversamente abili il pagamento della sosta sulle strisce blu rappresenta un’indecenza e una vergogna politiche senza fine con cui si calpesta il diritto al parcheggio dei cittadini  più deboli socialmente e che sino ad oggi il Sindaco Enzo Ferrandino non ha voluto cancellare nonostante le continue richieste avanzate dal Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista guidato dal Segretario generale Domenico Savio: assurdo! Ma possibile che l’amministrazione di Ischia proprio non riesca a fare a meno di imporre agli invalidi il pagamento della sosta sulle strisce blu?  Sindaco Enzo Ferrandino e amministratori ischitani tutti, possibile che amministrativamente parlando non riuscite proprio ad avere rispetto per chi, purtroppo,  è stato più sfortunato? Eppure molti di voi la domenica mattina si recano puntualmente in Chiesa a battersi la mano in petto o si vedono sfilare dietro le processioni religiose promettendo, almeno a parole, fede ai valori cristiani della solidarietà e dell’aiuto verso i più bisognosi. E lo state facendo anche in questi giorni di Pasqua. Ma quanta ipocrisia, è proprio il caso di dire! Intanto il PCIM-L, che rappresenta l’unica forza politica di opposizione a Ischia nonostante gli  ischitani non ci abbiano neppure dato la possibilità di rappresentarli in Consiglio  comunale preferendo votare, ancora una volta, in maggioranza e in minoranza per i propri carnefici sociali, continua a battersi contro la vergogna delle strisce blu affinché il parcheggio gratuito sia garantito a tutti.

Gennaro Savio

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x