Statistiche
POLITICA

Equilibri di bilancio, torna il consiglio comunale a Forio

Alle ore 18.00 del 17 settembre la seduta con la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e il riconoscimento dei debiti fuori bilancio

Il Consiglio comunale è nuovamente di scena a Forio. Dopo la lunga pausa estiva, il Presidente del civico consesso, Michele Regine, ha infatti diramato l’avviso di convocazione dell’assemblea in sessione ordinaria e in seduta pubblica, per il 17 settembre alle ore 18.00, nella sala conferenze del Molo Borbonico intitolata a Lucia Capuano, situata nel piazzale Marinai d’Italia. Come si ricorderà, la seduta era stata fissata inizialmente allo scorso 7 agosto, ma una serie di assenze impedì di raggiungere il numero legale minimo necessario per celebrare l’assemblea, forse anche per l’inusuale posizionamento nella fascia serale di un sabato di piena estate, periodo in cui molti isolani sono impegnati lavorativamente: di qui l’inevitabile rinvio. Stavolta, invece di tre saranno sei i punti all’ordine del giorno, quasi tutti di natura contabile. Si inizierà con la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e verifica degli equilibri di bilancio ai sensi dell’articolo 193 del Testo unico degli enti locali, per l’esercizio 2021. Poi ci si occuperà delle note tecniche di attuazione del Piano urbanistico comunale, in esecuzione di quanto disposto dalla Sesta Sezione del Tar Campania con l’ordinanza 775 dello scorso 28 aprile.

Gli altri quattro punti sono costituiti dal riconoscimento di debiti fuori bilancio. Due di essi sono relativi ad altrettante sentenze del Giudice di pace di Ischia, che vedevano il comune opposto ai signori Domenico Morichetti e Rosario Grasso. Un altro riguarda la sentenza dell’Ottava sezione civile della Corte d’Appello di Napoli relativa al processo civile d’appello tra il Comune e il signor Guglielmucci e altri due soggetti. Infine, l’ultimo concerne un decreto ingiuntivo nel procedimento che vedeva contrapposti l’ente più l’Anas e il signor Ignazio Di Lustro.

Nella convocazione c’è anche l’avviso ai consiglieri comunali, ai quali viene comunicato che gli atti sono disponibili in orario di ufficio presso la Segreteria generale. Dunque, anche se non è stato scelto un sabato come accadde un mese (e le polemiche non mancarono), in ogni caso il Consiglio stavolta si svolgerà durante il fine-settimana, e in orario serale, a dispetto delle abituali convocazioni fissate in mattinata.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x