Statistiche
CRONACA

Escort sull’isola di Ischia, cresce la domanda

Secondo i dati di Escort Advisor c’è il 12% in più di presenza di escort rispetto allo scorso anno. Sul web si registrano il 42%in più di rischieste

Numeri alla mano, settembre si è rivelato un vero e proprio “back to work” per le escort. Infatti, secondo i dati di Escort Advisor, il sito di recensioni di escort più visitato in Europa con oltre 2 milioni e 300 mila utenti mensili solo in Italia, si registra, indicizzando tutti gli annunci presenti su tutti i siti del settore, un aumento del +7% di escort attive nelle due prime settimane di settembre sul territorio nazionale, rispetto al 2019. Confrontando il periodo che va dall’1 al 13 settembre del 2019 con lo stesso del 2020, emerge infatti che in quasi tutte le province italiane ci sia stato un aumento di presenza da parte delle escort. Non solo le professioniste stanno tornando al lavoro in massa, ma si registra anche un aumento di annunci di neofite del settore. Questa è una tendenza dettata dal pensiero comune (ed errato) che esercitare la professione della escort equivalga a fare soldi facili – spiega Mike Morra, fondatore di Escort Advisor – Soprattutto a causa della crisi che si sta vivendo, sono in aumento le “improvvisate” che non lavorano in maniera professionale. Come contrastare allora questa tendenza? Semplice, attraverso le recensioni degli utenti. Oggi in Italia più di una escort su due che si pubblicizza online ha ricevuto recensioni sul nostro sito per un totale di oltre 67.800 singole escort recensite, 27.400 solo nel 2020. L’aumento del numero di recensioni scritte dai clienti delle escort evidenzia come sempre di più si cerchi la qualità e la sicurezza, soprattutto dopo quanto vissuto negli scorsi mesi. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno sono il +79% in più le recensioni scritte. Da gennaio 2020 fino ad oggi si contano 54.003 recensioni, nonostante il calo inevitabile durante il lockdown.

Le 10 province che registrano un aumento di presenza di escort rispetto al periodo che va dall’1 al 13 settembre del 2019 con lo stesso del 2020 sono: Gorizia (+92%), Trieste (+70%), Enna (+65%), Udine (+58%), Pordenone (+57%), Isernia (+51%), Verbano-Cusio-Ossola (+45%), Rieti (+42%), Agrigento, Alessandria, Belluno a pari merito (+39%), Nuoro (+38%). Inoltre, si hanno aumenti anche in quelle di: Roma (+1%), Torino (+15%), Napoli (8%), Bologna (+14%), Bari (+9%), Bolzano (+21%), Firenze (+3%). Fanno eccezione perché registrano una diminuzione di presenze quelle di: Milano (-17%), Olbia-Tempio (-40%), Matera (-30%), Pescara (-21%), Sassari (-16%), Monza e Brianza (-5%). Situazione invariata invece a Genova, Asti e Teramo, che non registrano né aumenti né diminuzioni di presenze.

Dati sorprendenti anche sull’isola di Ischia. L’isola verde ha riscontrato un +12% di presenza di escort nel periodo di confronto 1-13 settembre 2019 e lo stesso del 2020, che è meno dell’1% delle escort della provincia di Napoli. Per quanto riguarda la ricerca su Google della parola chiave: “escort ischia” nel periodo di confronto 1-13 settembre 2019 e lo stesso del 2020 si è registrato un aumento del +42%.  Nel 2020 gli utenti unici collegati al sito Escort Advisor da Ischia rispetto al 2019 sono stati il +27%. Dati che indicano, senza dubbio, una maggiore ricerca di escort sull’isola.

IL CALCOLO DEI DATI

Con il proprio motore di ricerca EA-Bot, Escort Advisor indicizza gli annunci pubblicati sui principali siti di escort in Italia per poter verificare i numeri recensiti dai propri utenti. Grazie a questa attività giornaliera, è in grado di conteggiare i singoli numeri di telefono pubblicizzati (anche su più siti) da una escort, fornendo così delle statistiche riguardo l’attività nelle singole città, province e in tutta Italia. Inoltre è proprio grazie alle oltre 180.000 recensioni scritte dagli utenti che Escort Advisor è in grado di raccogliere i dati di giudizio medio e soprattutto di prezzo. Infatti grazie al riscontro degli utenti il sito raccoglie il prezzo pagato per la prestazione e non quello “dichiarato” negli annunci pubblicati dalle sex worker che spesso contengono circa il 60% di informazioni false o fuorvianti.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x