Statistiche
ARCHIVIO 4

Estate 2017: si spengono i riflettori sull’Ischia Summer Festival

di Isabella Puca

Ischia – «Un anno fa eravamo in pieno Ischia Summer Festival! Era la seconda edizione. Quest’anno l’Arena del Negombo tace. Non accadeva dal 1975. La passione e l’impegno e i molti, ma i non abbastanza biglietti venduti non sono bastati per far sì che si potesse organizzare il terzo ISF. Aiuti pari quasi allo zero, abitudine ad onorare gli impegni ci hanno fatto desistere. Noi però non ci arrendiamo e dopo Massimo Ranieri, Francesco De Gregori, Fiorella Mannoia, Claudio Baglioni speriamo in futuro di regalare a turisti e Ischitani emozioni come quelle vissute». È Tony Conte patron dell’Ischia Summer Festival ad affidare al Social Network i motivi che hanno visto quest’anno un’estate senza i grandi nomi della musica. Fiorella Mannoia, Tullio De Piscopo e ancora Claudio Baglioni e Massimo Ranieri sono solo alcuni dei nomi che si sono esibiti qui a Ischia regalando emozioni al vasto pubblico ischitano e non solo.  «Organizzare l’Ischia Summer Festival è prima di tutto una passione, è un divertimento, e se deve costar caro in termini economici diventa una cosa da valutare attentamente». È così che Tony Conte ha dichiarato a noi de “Il Golfo” spiegando i motivi del perché una rassegna così interessante, atta a creare anche un flusso turistico qui sull’isola, quest’anno ha spento i suoi riflettori. «La Regione, – ha continuato Conte -per quanto mi abbia dato un contributo, non è sufficiente a pagare nemmeno i traghetti agli artisti, a livello alberghiero c’è una forte richiesta di camere in determinate categorie e, a parte le gratuità della catena Leohotels gli altri mi hanno fatto sconti e ho dovuto pagare fior di soldi. Non abbiamo avuto sponsor oltre Caffè Borbone, né aiuti economici da comuni ed enti locali. Artisti di un certo livello non puoi  farli esibire in spazi pubblici e quindi, per quanto sia bello e impeccabile per chi lavorava per il festival, ci sono i costi quotidiani per ogni spettacolo del Negombo, che devi andare a sommare ad altre spese. Per come risponde il pubblico è impossibile sostenere questo budget». Durante la seconda edizione dell’Ischia Summer Festival, in effetti, l’arena non è stata sempre piena, in pochissimi hanno preso parte al concerto di Rocco Hunt reduce, lo scorso anno, dal successo di Sanremo ed erano solo in 1400 ad assistere al concerto di un grande della musica italiana come Claudio Baglioni. «Prima di rifare una terza edizione quest’anno, ho preferito fermarmi. Grazie a Claudio Baglioni e Fiorella Mannoia abbiamo riempito oltre 300 camere d’albergo con gente che arrivava da ogni parte d’Italia qui a Ischia solo per assistere ai concerti. Ci siamo presi un anno di riflessione, se l’anno prossimo ci saranno i presupposti, partiremo più forti di prima». Dal 1976 primo anno nel quale l’arena del Negombo venne utilizzata per spettacoli musicali, questo è il primo anno che si spengono i riflettori. «Aver portato Baglioni, la Mannoia qui a Ischia è un orgoglio per me, ma non si può compromettere la propria quotidianità. Se il 19 agosto c’è Baglioni in concerto e,  con Ischia che trabocca di gente  vengono solo 1400 persone, credo sia  un fallimento. E pensare che c’erano fan pronti a tornare  dalle Germania o dalla Svizzera». Per una rassegna musicale che sparisce con tanto di dispiacere di chi attendeva con ansia di poter assistere a qualche concerto di livello direttamente a casa propria, a fine agosto partirà la decima edizione di Ischia Piano & Jazz. Quattro appuntamenti, dal 30 agosto al 3 settembre, e un unico tributo al barone Gaetano Altieri. «Gli artisti non si esibiranno al Negombo per motivi di costi e di spazi, ma suoneranno nell’auditorium “Leonardo Carriero” di Lacco Ameno. Sarà un’edizione tutta italiana con Bollani, Gino Paoli e Dario Rea, intimi amici di Altieri suoneranno per lui senza compenso e ancora Enrico Pierannunzi, Maria Pia De Vito e Rita Marcotulli». Popolarissimi i prezzi quest’anno, con un abbonamento per le 4 sere di 45 euro. «Dal palco – ha concluso Conte – annunceremo il grande protagonista dell’ edizione 2018 quando, spero, si aprirà un’edizione completamente rinnovata».

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex