ARCHIVIOARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Facciamo Scuola”, l’IC “Vincenzo Mennella” tra le 27 scuole vincitrici del bando M5S

Gianluca Castagna | Lacco Ameno 162 scuole partecipanti, 27 i progetti vincitori a cui è stata destinata la somma di 268.276,44 euro ricavata dal taglio degli stipendi dei sette consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle. Sono i numeri del successo di “Facciamo Scuola”, il bando organizzato dal Gruppo M5S della Campania, illustrati ieri mattina nel corso della conferenza-evento nei locali dell’Hart, in via Crispi a Napoli. Sul palco, con i consiglieri regionali Gennaro Saiello, Valeria Ciarambino, Tommaso Malerba, Michele Cammarano, Maria Muscarà, Vincenzo Viglione e Luigi Cirillo, sono saliti dirigenti scolastici, docenti e alunni che hanno illustrato le finalità dei progetti vincitori, votati dai cittadini sulla piattaforma Rousseau.
Tra questi anche l’Istituto Comprensivo “Vincenzo Mennella” di Lacco Ameno. «Quando siamo venuti a conoscenza del bando abbiamo deciso subito di partecipare”, dichiara soddisfatta la Dirigente Scolastica Prof.ssa Assunta Barbieri. «Tra le molteplici tematiche richieste e alle quali si poteva aderire, il collegio dei docenti ha deciso di preparare un progetti che privilegiasse il tema della disabilità attraverso l’acquisto di software e hardware per facilitare la comunicazione dei bambini con difficoltà espressive, in particolare quei bambini affetti dal disturbo dello spettro autistico. Il loro problema più grande è che non comunicano. Da qualche tempo però sono stati realizzati dei software che aiutano tantissimo questi bambini a comunicare con il mondo esterno».

I progetti vincitori sono stati presentati ieri mattina da una delegazione di ciascuna scuola nel locali della Hart di via Crispi a Napoli. Per l’IC “Mennella” erano presenti la Prof.ssa Consiglia Daniele, referente coordinatrice per l’inclusione, e la dott.ssa Sylvie Taranto, Presidente del Consiglio di Istituto.
«Siamo stati accolti con molto calore, entusiasmo e amore» ci ha detto la Daniele. «La nostra scuola veniva da una situazione complicata, per effetto del sisma, e tutti hanno voluto capire bene quale fosse la nostra realtà, perché avessimo presentato quel tipo di progetto. Al “Mennella” abbiamo 15 alunni con disturbo autistico distribuiti tra scuola primaria e dell’infanzia. Era necessario perciò mettere in campo delle iniziative che aiutassero questi bambini a comunicare. Un progetto, tra l’altro, rivolto anche ai genitori: noi insegnanti cominciamo con attività educativa didattica a scuola, ma ovviamente questo aiuto deve continuare anche a casa. Il finanziamento, di circa 10.000 euro, ci permetterà di partecipare a corsi di formazione che riguarderanno sia i docenti sia i genitori. Il progetto prevede poi la consulenza di logopedisti che verranno a scuola per screening, interventi riabilitativi per gli alunni di 7 anni, e per individuare eventuali difficoltà di linguaggio e di dislessia, tra i nostri piccoli alunni. E’ una vittoria di tutta la scuola, della Preside che con perseveranza sostiene tutte le iniziative per una scuola più inclusiva, dei colleghi docenti e di tutto il personale che ha collaborato alla preparazione, non semplice, di questo progetto. Ringraziamo naturalmente i consiglieri regionali del M5S per la donazione e la fiducia accordataci. Presto verranno a trovarci per verificare la realizzazione concreta di questo progetto».

Il bando “Facciamo scuola”, partito solo pochi mesi fa su scala nazionale, chiedeva alle scuole, agli studenti e ai docenti di proporre progetti legati alla riduzione dell’impronta ecologica, al miglioramento dell’accessibilità degli istituti, al miglioramento della didattica o dei servizi scolastici per studenti disabili, all’acquisto di materiali e strumenti e agli interventi di messa in sicurezza delle scuole stesse.
I 27 progetti beneficiari della donazione hanno come finalità l’inclusione scolastica e la lotta contro il fenomeno del bullismo, per l’acquisto di nuovi pc, monitor e lim, per implementare le attrezzature sportive in dotazione agli istituti, per la ristrutturazione di palestre, per l’acquisto di strumenti musicali, per l’allestimento di laboratori teatrali e per l’abbattimento di barriere architettoniche. Con 162 progetti presentati, tra l’altro, la Campania è prima regione in Italia per numero di istituti che hanno preso parte al bando.
«Oggi – hanno dichiarato sul palco i consiglieri del gruppo regionale M5S – è uno di quei giorni in cui siamo particolarmente fieri di essere portavoce nelle istituzioni Uno di quei giorni in cui diventiamo l’emblema concreto di quanto la politica può fare bene al paese e ai cittadini se rinuncia ai suoi privilegi e li investe in bene comune e opportunità di crescita, restituendoli alla collettività. In tre anni e mezzo in Campania abbiamo restituito 570mila euro, 37 i milioni complessivamente restituiti a livello nazionale da parlamentari e consiglieri regionali, che diventano 90 se consideriamo la rinuncia ai cosiddetti rimborsi elettorali. Immaginiamo cosa si potrebbe fare se questa rinuncia volontaria divenisse legge in questo paese. Ed è questo uno dei principali obiettivi per cui continuiamo a batterci».
«Investire sulla scuola – hanno sottolineato gli esponenti del Gruppo M5S a margine dell’evento – è fondamentale ovunque, ma lo è ancor più in Campania, dove abbiamo maglia nera per “neet”, giovani che non sono inseriti né in un percorso scolastico né in un percorso lavorativo, abbiamo la maglia nera per dispersione scolastica, con oltre il 18 per cento di giovani che abbandonano il percorso scolastico prima di portarlo a compimento. La nostra iniziativa è il primo passo di un percorso per costruire in Campania e in Italia una scuola di eccellenza».

 

Ads

 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex