Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 4

Facciamo zapping? L’altra faccia della tv

di Henry Camilo Bermudez

ISCHIA – Di social network ne abbiamo a iosa, ma la televisione non va in pensione e ancora oggi rappresenta uno dei principali mezzi di comunicazione al mondo. Tutti noi in casa ne abbiamo almeno una perché è necessaria per l’informazione di tutti i giorni. Ma è tutto vero quello che ci viene proposto dalla tv? È davvero tutto cosi limpido e trasparente? Cosa si cela dietro a questa potentissima realtà mediatica di cui non possiamo più fare a meno? A questi quesiti, così spontanei, cerca di dare risposte lo spettacolo teatrale “TV ZAPPING (teleComandando)”, che si svolgerà il prossimo 9 ottobre al Museo del Termalismo a Ischia. L’evento, fortemente voluto dalla regista Milena Cassano, nasce dall’esigenza di smascherare quello che non ci viene mostrato durante una diretta o tutto quello che magari è evidente e palese davanti ai nostri occhi, ma che, essendo completamente assuefatti dal teleschermo, non riusciamo a comprendere. TV ZAPPING non è altro che un’emittente locale, o forse nazionale, che propone al pubblico una gamma piuttosto diversificata di programmi da vedere durante una domenica come tante e ovviamente dietro allo schermo c’è il pubblico di telespettatori che per ore assiste anche in maniera distratta e convulsa a quello che viene propinato.

Gli attori dello spettacolo avranno una duplice personalità: ora vestiranno i panni del pubblico a casa rappresentando lo spettatore medio, ora si trasformeranno magicamente nei personaggi televisivi spesso idolatrati, imitando in tutto e per tutto gli atteggiamenti e le consuetudini dei format televisivi. Avremo la satira di figure grottesche, ambiziose, meschine, corrotte, moraliste ed ipocrite per mettere a nudo l’essenza della scatola magica. Alla regia di questa rappresentazione, come abbiamo già detto, c’è Milena Cassano che, nata ad Ischia, si è diplomata da alcuni anni come attrice e come regista all’Accademia Internazionale di Teatro a Roma. Da allora lavora tra Roma, Napoli e Ischia, collaborando con diverse produzioni, enti e comuni anche dell’isola. Recita in compagnie di professionisti, crea e produce degli spettacoli indipendenti con altri colleghi e diverse volte lavora anche da sola con sketch e pièce realizzati nelle varie location ischitane. Negli scorsi giorni abbiamo contattato proprio Milena, alla quale abbiamo posto alcune domande sullo spettacolo che andrà in scena domenica.

Come è nata l’idea di questo spettacolo?

«Lo spettacolo ‘TV ZAPPING (teleComandando)’ nasce sotto le insegne di ‘senso inverso teatro’ che è un gruppo di attori isolani sorto di recente e coordinato da me. Da diversi anni lavoro come tutor di recitazione, collaborando con associazioni culturali, ma quest’anno alcuni miei ex allievi, uniti ad altri nuovi, mi hanno chiesto di fare dei corsi e hanno deciso di seguirmi ed affidarsi a me come unica insegnante perché hanno ritenuto che facessi la differenza come professionista qui sull’isola. Ben presto ho cominciato a dare lezioni private di recitazione e di dizione e da un gruppo coeso è nata l’esigenza e la voglia di mettere in scena questo spettacolo che ho scritto e diretto personalmente. Ci tengo a precisare che all’interno di ‘senso inverso teatro’ ci sono non solo attori professionisti, ma anche ragazzi alle prime armi che si sono dimostrati desiderosi di conoscere in modo serio il mondo della recitazione».

Ads

A distanza di qualche giorno dallo spettacolo, puoi dirci come hai lavorato e come hai indirizzato gli attori ?

Ads

«La maggior parte dei ragazzi e degli adulti che hanno preso parte a questo laboratorio lo hanno fatto prendendo confidenza con il mondo del teatro per la prima volta, anche se tra di loro c’è già chi da grande ha scelto di voler fare l’attore. Voglio però mettere in evidenza il fatto che tutti, dal più piccolo al più grande, hanno investito impegno e dedizione. Mi piace insegnare ai miei allievi che l’attore non è un artista, ma un artigiano del teatro e che uno spettacolo si costruisce mattoncino su mattoncino limando ed aggiustando tutto affinché il prodotto finale possa essere degno di essere portato davanti ad un pubblico. Questo spettacolo in particolare mette a nudo gli attori che fanno un lavoro pazzesco basato sul ritmo, sul movimento e sui cambi interpretativi e devo dire che sono soddisfatta del loro impegno. Hanno raggiunto ottimi risultati perché hanno saputo mettersi in gioco. Ringrazio anche gli attori professionisti Leonardo Bilardi e Maria Elena Verde che ancora adesso ci stanno dando una mano a recitare con i ragazzi, portando esperienza e talento all’interno del gruppo».

Perché le persone dovrebbero venire a vedere lo spettacolo?

«È un’occasione per potersi confrontare con un modo diverso di vedere la televisione e soprattutto con tutto quello che c’è dietro un programma che può essere un talk show, una telenovela sudamericana, un tg o una serie televisiva. Ci saranno sicuramente momenti di comicità, ma non mancheranno spunti di riflessione».

È utile ricordare ai nostri lettori che la rappresentazione teatrale avrà luogo al Museo del Termalismo a Ischia in via Morgioni a partire dalle ore 21,00.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x