ARCHIVIOARCHIVIO 3

Faro di Punta imperatore, l’offerta ischitana in testa

Per adesso siamo alle prime schermaglie, ma visto che si dice che chi ben comincia è a metà dell’opera allora si può essere ottimisti. Arriva un risultato significativo dall’esito della commissione di gara che ha attribuito e letto i punteggi delle offerte presentate per la concessione del Faro di Punta Imperatore, una delle undici strutture che il demanio ha messo all’asta in termini di gestione. L’offerta premiata con maggior punteggio è quella dell’Opera Pia Iacono Avellino Conte, presieduta da Celestino Vuoso. Attenzione da qui a cantare vittoria ce ne corre, ma il suggestivo faro foriano potrebbe finire in mani isolane.  La proposta ischitana consisteva nella realizzazione di un resort di lusso e un polo culturale invernale.

 

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button