ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Fatture false, la prescrizione sarà dichiarata il 29 giugno

Dovranno attendere un’altra settimana per tirare un sospiro di sollievo, la maggior parte degli imputati di un processo che in totale ne annovera ben cinquantadue. Parliamo  di una vicenda giudiziaria che  ha coinvolto personaggi davvero “eccellenti”, in pratica il meglio dell’imprenditoria dell’isola verde e non solo. Con un’accusa tutt’altro che irrilevante, che è quella di aver emesso una serie di fatture di comodo e dunque niente affatto corrispondenti al vero. Una serie di intrecci che hanno portato l’autorità giudiziaria a muovere una serie di accuse anche singole, un castello accusatorio costruito mattone per mattone che adesso rischia di cadere sotto i colpi della prescrizione.

Ad essere accusati prima e finiti a processo poi furono: Pasquale Sbrogna, Stefano Capozzi, Luigi Moggio, Giuseppe Iacono, Claudia Iacono, Michelina Costagliola, Gennaro Puglia, Gerardo Capuano, Antonio Patalano, Rosario Galano, Ivano Balestriere, Francesco Patalano, Francesco Miragliuolo, Rosa Pisani, Giovanni Castiglione, Claudia Di Meglio, Giovanni Cozzolino, Pasquale Carandente, Paolo Angelone, Antonio Baiocco, Pasquale Mattera, Giovan Giuseppe Baldino, Serafino Pippo, Michele Di Costanzo, Petra Braun, Giovanni Lombardi, Eugenio Prevenzano, Francesco Impagliazzo, Giovanni Sirabella, Carmine Di Meglio, Saverio Caronte, Amalia Nacca, Pasqualina Sastri,  Sergio Gaudino, Marcello Polverino, Sergio Polverino, Anna Russo, Alberto Bazzoli, Michele Salzano, Mario Di Meglio, Immacolata Cutellese, Vincenzo Romano, Nicola Di Puorto, Francesco Moccia, Antonio Abbondante, Antonio Maglione, Raffaele Bernardo, Alessandro Sbrogna, Luigi Elia, Vittorio Elia, Vincenzo Iacono e Salvatore Di Meglio. Tutti si aspettavano che la prescrizione sarebbe stata dichiarata ieri stesso, ma il giudice Capuano ha deciso di posticiparla al 29 giugno: un provvedimento che segnerà la fine della vicenda per quasi tutti gli imputati. Per gli altri, il processo continuerà: il giudice fisserà una data d’udienza per l’autunno, per ascoltare i testi indicati dal pm.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close