CRONACAPRIMO PIANO

Ferragosto è vicino, Ischia mai così blindata

Fioccano i controlli dei carabinieri, che si avvalgono anche di unità cinofila e motovedette. Fioccano le sanzioni e le denunce a terra come a mare, porti blindati e controlli serrati sulle affittanze abusive. E c’è chi continua a costruire abusivamente…

Siamo entrati nella settimana calda, quella ci condurrà dritti al fine settimana più da “bollino rosso” dell’intera estate sull’isola d’Ischia. Parliamo del Ferragosto e ovviamente non ci riferiamo alle temperature che promettono di essere ancora di tutto rispetto, e questo per il turismo non può che essere un beneficio. Ma l’attenzione delle forze dell’ordine dallo scorso fine settimana ha iniziato a essere massima e promette di essere così ininterrottamente. Forse mai come quest’anno ci sarà un’attenzione capillare sul territorio dell’isola d’Ischia e tutto nasce da una considerazione se vogliamo abbastanza scontata. Che lo scoglio si riempia come un nuovo nel periodo ferragostano non è certo una novità, ma quest’anno il fenomeno rischia di registrare un incremento ancora maggiore dal momento che le limitazioni e le paure generate dal Covid-19 rischiano di far schizzare alle stelle i numeri del cosiddetto turismo di prossimità. Che dalle nostre parti, specie di questi tempi, non rappresenta proprio il massimo della vita.

E allora i carabinieri della Compagnia di Ischia, guidati dal capitano Angelo Pio Mitrione, si sono già messi all’opera – unitamente al personale e ai mezzi delle varie stazioni dislocate sul territorio – per il controllo delle coste, il contrasto al fenomeno delle affittanze abusive (che proprio non muore mai…) e lo spaccio di sostanze stupefacenti che in una realtà che aumenta a dismisura la propria popolazione rischia di diventare un’attività decisamente fiorente e remunerativa. La settimana, iniziata ieri, ha visto immediatamente i militari dell’Arma intensificare i controlli anche nella vicina Procida nell’ambito di una serie di servizi disposto dal Comando Provinciale di Napoli. Un impegno costante e ininterrotto che, sebbene siamo appena agli inizi, ha già condotto i tutori dell’ordine a controllare 370 persone (45 delle quali già note alle forze dell’ordine per precedenti penali di varia natura), 167 veicoli e 29 natanti.

Già, perché l’impegno dei carabinieri non è stato limitato a terra, ma si è spinto anche in mare grazie all’utilizzo delle motovedette in dotazione all’Arma, con l’intento di garantire la sicurezza dei bagnanti: 26 sono state le sanzioni notificate ad altrettanti proprietari di imbarcazioni. Ed a conferma di come spesso il mare venga interpretato come un universo senza regole e dove vige l’anarchia, con tutti i rischi del caso, basta dare un’occhiata alle motivazioni: 7 sono stati multati perché sorpresi sotto costa a velocità elevata, 8 invece quelli che pur non pigiando il piede sull’acceleratore non rispettavano la distanza minima dalla costa. Inutile sottolineare quanto atteggiamenti del genere possano essere rischiosi in particolare per qualche bagnante.

Un capitolo a parte meritano poi i controlli sulle affittanze in nero. Se in questi giorni non si registrano casi ad Ischia (a dimostrazione di come l’attività svolta dalle forze dell’ordine negli ultimi anni abbia contribuito a fungere da deterrente, i numeri di infrazioni del genere fino a un paio d’anni orsono erano a dir poco “spaventosi”), non si può dire lo stesso della vicina Procida. I carabinieri della locale stazione hanno infatti denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria due persone che avevano fittato abusivamente all’autorità giudiziaria il proprio appartamento, senza comunicare all’autorità di pubblica sicurezza le generalità dei turisti ospitati. Ma un occhio particolare è stato dato e continuerà ad essere dato senza sosta alcuna ai porti di Ischia, Casamicciola e Forio, che sono letteralmente presidiati dai militari non soltanto per regolare i flussi turistici – che destano non poca preoccupazione nelle giornate e negli orari di punta – ma anche per assicurare, grazie ai cani antidroga del Nucleo Carabinieri Cinofili di Sarno, che l’isola non sia raggiunta da soggetti con addosso quantitativi più o meno ingenti di sostanze stupefacenti. Una vera e propria “barriera” che fin qui sta dando i suoi frutti: un 32enne di Forio è stato trovato in possesso di quattro bustine di marijuana e due di hashish per complessivi 18 grammi di droga: denunciato all’autorità giudiziaria, dovrà rispondere ai detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Tre invece i turisti segnalati alla Prefettura come assuntori di droga, dopo essere stati trovati in possesso di modiche quantità, per uso indubitabilmente personale.

Ma giusto per non farci mancare nulla, non si può dimenticare che la nostra è da sempre l’isola dell’abusivismo edilizio. A riguardo va segnalato che gli uomini guidati dal capitano Mitrione hanno denunciato un 55enne incensurato ischitano, il quale aveva allargato la sua abitazione col classico “colpo di mano”, realizzando una camera di oltre 30 metri quadrati senza alcun titolo autorizzativo. Per il resto sono state elevate 21 contravvenzioni per violazioni al codice della strada di varia natura, molte delle quali per guida senza casco e mancata copertura assicurativa. In una nota diffusa dal Comando Provinciale dell’Arma si legge che “i controlli proseguiranno ogni giorno”, ed è il caso di aggiungere che non conosceranno sosta. Basta guardarsi intorno, a terra come a mare, per capire che non è affatto un modo di dire.

Ads

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button