Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Festa a Barano, si accende la fiamma del metano

Ieri mattina a Piedimonte la cerimonia alla presenza tra gli altri del sindaco Gaudioso e del direttore generale della Italgas. Le parole del primo cittadino: «E’ un giorno storico per il nostro Comune»

Il momento tanto atteso si è celebrato ieri mattina nel Piazzale di Piedimonte, proprio davanti alla Chiesa. Davanti a tutte le autorità ed anche dei rappresentanti della società Italgas, è andata in scena la cerimonia di accensione della rete gas metano nel Comune di Barano. Presente anche una delegazione dell’amministrazione comunale con in testa il sindaco Dionigi Gaudioso.

Un minuto di “apnea” o poco più si è vissuto quando un operaio – salendo su una scala – non riusciva ad accendere la torcia ma alla fine il rituale si è compiuto con successo e lo stesso è stato accompagnato da un vigoroso e convinto applauso dei presenti. Poi a seguire, sotto la stessa torcia, la foto ricordo con tanto di cappellino della Italgas prima che Gaudioso rilasciasse le prime dichiarazioni: “Oggi (ieri per chi legge, ndr) è un giorno storico per il nostro Comune: con l’accensione simbolica della fiamma, parte finalmente la distribuzione del metano sul territorio comunale. Si parte con l’arteria stradale che dai Pilastri, attraverso Piedimonte, raggiunge Fiaiano, e con le zone di Testaccio e Vatoliere. Prossimamente saliremo verso Barano e Buonopane, ma possiamo dire che oggi una buona parte del territorio è già metanizzata”.

Gaudioso, non senza nascondere un pizzico di soddisfazione e orgoglio, ha poi aggiunto: “Il nostro è il secondo Comune dell’isola ad essere raggiunto dal metano. Si tratta di un passo avanti per Barano d’Ischia. I disagi inevitabili che si sono avuti sul territorio durante i lavori verranno ripagati dalla possibilità di usufruire di questa fonte energetica sicura, economica e sostenibile. Ciò che mi inorgoglisce è anche il fatto che, grazie alla metanizzazione, si creeranno nuove occasioni di lavoro (si pensi ai muratori o agli idraulici), per cui ci sarà un indotto lavorativo che per il nostro Comune è importante, soprattutto in questo particolare momento storico. Anche perché, come ho avuto modo di sottolineare più volte, i cittadini baranesi voglio occupazione e non elemosina”. Il primo cittadino del Comune collinare ha poi voluto ringraziare “per il lavoro svolto, Italgas (con in testa l’Ing. Angelo Facchini, Direttore Gestione Rete, che ha voluto presenziare personalmente alla cerimonia di Piazza Luigi Scotti) e tutto l’Ufficio Tecnico Comunale”. Ai giornalisti presenti a Piedimonte Facchini della Italgas ha detto: “E’ una giornata di festa, come ogni volta che noi con la nostra azienda accendiamo un territorio. Ringrazio il sindaco e l’amministrazione comunale che ci hanno sempre garantito la massima collaborazione anche in un periodo di disagio dal momento che abbiamo creato qualche problema intervenendo nelle singole strade. Voglio sottolineare una volta di più la disponibilità ricevuta dall’ufficio tecnico comunale ma anche dagli stessi cittadini, ecco perché in questo momento desidero estendere davvero a tutti il mio più sentito grazie. Nel contempo, li invito ad utilizzare un servizio che ha una sua valenza anche dal punto di vista ambientale”.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button