CRONACAPRIMO PIANO

Filmava bambini, in albergo un trovato pc con materiale pedopornografico

Un quarantenne di Torre del Greco, che si trovava sulla nostra isola ed alloggiava presso una struttura di Lacco Ameno, era stato notato a Forio in atteggiamenti sospetti da alcune persone che avevano chiesto l’intervento dei carabinieri. Sequestrato diverso materiale, l’uomo denunciato all’autorità giudiziaria

E’ stato un altro fine settimana di duro lavoro per i carabinieri della Compagnia di Ischia, guidati dal capitano Angelo Pio Mitrione, e non ci vuole molto a capire che almeno fino a ferragosto sarà presumibilmente un crescendo. Tra gli obiettivi dei militari dell’Arma (che si sono avvalsi anche del personale in servizio presso le locali Stazioni, compresa quella della vicina Procida) oltre alla prevenzione e repressione dei reati anche il monitoraggio dei flussi turistici, la tutela igienico-sanitaria e il contrasto al fenomeno del consumo e dello spaccio di sostanze stupefacenti. Ma stavolta, nel bilancio di un’attività che di fatto è andata avanti fino alle prime luci dell’alba di ieri mattina, c’è anche una storia torbida. Di quelle che ad essere sinceri fanno rabbrividire, anzi letteralmente schifo, e che non vorremmo mai raccontare.

L’operazione più significativa del weekend andato in archivio, infatti, riguarda un’attività di indagine posta in essere dai carabinieri della stazione di Forio che hanno denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria un 40enne di Torre del Greco peraltro già noto alle forze dell’ordine. Ad allertare i tutori dell’ordine erano stati alcuni cittadini che avevano chiesto il loro intervento mentre si trovavano in piazza insospettiti dall’atteggiamento di un uomo il quale, munito di una telecamera, stava prestando eccessiva attenzione a dei bambini che giocavano in strada. Li osservava, li guardava e soprattutto faceva loro riprese. I carabinieri fermavano il soggetto e gli chiedevano spiegazioni sul perché stesse filmando persone estranee e per giunta minori, poi hanno avuto modo di appurare, guardando le immagini registrate, che l’autore delle stesse finiva sempre col focalizzarsi sulle parti intime dei bambini. A questo punto quello di trovarsi dinanzi a un pervertito è diventato più che un timido sospetto ed è per questo che gli uomini guidati dal cap. Mitrione hanno deciso di estendere la perquisizione all’albergo di Lacco Ameno dove il turista torrese aveva preso alloggio. E qui i militari hanno rinvenuto e di lì a poco posto sotto sequestro un pc che conteneva materiale pedopornografico e due telecamere che venivano utilizzate per realizzare filmati e fotogrammi su minori. Che dire, non resta che augurarci che un soggetto del genere non metta più piede dalle nostre parti.

Per il resto va ricordato che il servizio a largo raggio ha visto anche il supporto dei carabinieri del 7° Nucleo Elicotteristi di Pontecagnano, del Nucleo Cinofili di Sarno e del N.A.S. di Napoli. I numeri complessivi parlano di ben 210 persone identificate mentre sono stati controllati 133 veicoli e 26 natanti. I militari della motovedetta hanno elevato 11 contravvenzioni: 3 per mancata esibizione della patente nautica, 3 per mancata esibizione del contratto assicurativo, 3 per assenza di autorizzazione per l’ancoraggio in “Area Marina Protetta” (una costante che si ripete e perpetua da anni, purtroppo) e 2 per eccesso di velocità. A terra sono stati invece sequestrati 3 scooter risultati non in regola. Ma l’attività dei carabinieri non si è concentrata soltanto sulla prevenzione ed il controllo del rispetto delle regole ma ha puntato anche sulla repressione dei reati.

Sempre a Forio, durante i controlli di rito, i Carabinieri hanno sorpreso e denunciato un 27enne di Napoli in quanto sorpreso in spiaggia a prendere il sole nonostante fosse sottoposto all’obbligo di dimora nel Comune di Napoli. L’isola non avrebbe potuto raggiungerla, ma evidentemente la tentazione della tintarella di questi tempi è un qualcosa di irrinunciabile. I militari della Stazione di Ischia (coordinati dal luogotenente Michele Cimmino), in collaborazione con il N.A.S. di Napoli, ha proceduto al controllo di un hotel del luogo, al quale è stata elevata una sanzione amministrativa per la mancata attuazione delle procedure di HACCP. Il cane antidroga dal nome “Holly” ha trovato due giovani in possesso di sostanza stupefacente, consentendo il sequestro amministrativo di 5 grammi di marijuana e di uno spinello già confezionato.

Come detto, i controlli dei carabinieri si sono concentrati anche sulla circolazione stradale e nel mare. Un 53enne è stato denunciato dall’Aliquota Radiomobile perché si è rifiutato di sottoporsi al test per l’accertamento del tasso alcolemico che evidentemente avrebbe rilevato in maniera inconfutabile che lo stesso aveva alzato il gomito. Inoltre, sempre all’ombra del Torrione,. tre scooter elettrici con dispositivo di accelerazione alterato sono stati sequestrati in quanto sprovvisti di targa, libretto di circolazione e contratto assicurativo. In una nota ufficiale diffusa dal Comando Provinciale dell’Arma si legge che “I controlli sull’isola continueranno per tutta l’estate”. Che si spera possa essere quanto più tranquilla possibile, anche se con agosto alle porte c’è poco da essere ottimisti.

Ads

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button