ARCHIVIO 5ARCHIVIO 3ARCHIVIO 4

Finalmente la Solfatrice “vive” in piazza san Gaetano

Tra i sei Comuni dell’isola Forio è sicuramente uno dei più ricchi di storia, cultura e tradizioni. È per questo che il Comune turrito negli ultimi anni si è dimostrato attento e disponibile a realizzare una lodevole iniziativa: riportare al centro dell’attenzione il genio dello scultore Giovanni Maltese. Nel 2013 è stato fatto il primo passo con la riapertura del Museo civico del Torrione, che per l’appunto custodisce le principali opere del grande artista, e adesso nel 2017 ne è stato fatto un altro con il “disvelamento” in piazza san Gaetano di una copia in bronzo della Solfatrice, altra grande creatura del Maltese. L’opera raffigura una contadina foriana intenta a svolgere l’operazione della solforatura (da qui il titolo), cospargendo le viti con polvere di zolfo. La donna, raffigurata in piedi, indossa i tipici abiti da popolana lavoratrice.

La serata si è aperta con Giuseppe Magaldi, presidente dell’associazione culturale “Radici”, che ha espresso il proprio entusiasmo e la propria gratitudine nei confronti dell’amministrazione comunale, presente per l’occasione. Ha poi preso la parola il sindaco Francesco Del Deo, il quale ha sottolineato il lavoro fatto da tutta la giunta per valorizzare quel “genius loci” che caratterizza Forio fin dalla sua antichità con tradizioni e aneddoti che sono stati affrontati con dovizia di particolari durante la serata dall’instancabile, quanto straordinariamente preparato, avvocato Nino d’Ambra. La manifestazione culturale ha visto anche un momento molto suggestivo con alcune letture, tese a ripercorrere i principali avvenimenti della vita di Maltese attraverso la voce e l’ardore degli attori Milena Cassano e Domenico D’Agostino.

Inoltre ha vestito nuovamente i panni di Giovanni Maltese il simpaticissimo Leonardo Bilardi, presidente dell’associazione Artisti Uniti “Il Carro”, che ha letto con grande enfasi e accento foriano le più importanti poesie dell’eclettico scultore che poteva vantare anche una notevole capacità di scrittura. Altre importanti presenze, che hanno impreziosito l’evento, sono state quelle di Giusy Iacono – che ha avuto il compito di portare in scena la figura della Solfatrice stessa – e di Pina Trani, che ha fatto risuonare in tutta la piazza il suono proveniente dalle corde del suo violino. La serata ha quindi ripercorso le gesta di un foriano doc che ha portato la propria cittadina turrita nel mondo.

Maltese, nato nel 1852 da due umili contadini, ha infatti studiato a Napoli grazie ad una borsa di studio per poi cercare fortuna in Francia e Germania dove è stato ampiamente apprezzato per le sue opere dedite al più autentico verismo, la corrente artistica e letteraria di fine Ottocento e inizi Novecento. Tutte le sue opere sono imbevute di attaccamento alla realtà, i suoi personaggi sono popolani e i loro volti sono di un realismo disarmante tanto da sembrare vivi. Innumerevoli sono i capolavori di Maltese e tra di essi abbiamo l’obbligo di ricordare il Pescatore, spossato dopo una lunga giornata in mare, il Naufrago che ha visto la morte avvicinarsi dopo una feroce tempesta e il vecchio Contadino, abbrutito a seguito dei lavori estenuanti nei campi. Maltese al suo ritorno a Forio sposò la scrittrice inglese Fanny Jane Fairer con cui andò a vivere sul Torrione, diventata la sua dimora.

Alla morte di Maltese, avvenuta nel 1913, sarà proprio sua moglie a dare al Comune di Forio tutte le opere, come voleva nel suo testamento l’eclettico artista. A distanza di più di un secolo era doveroso mettere al centro dell’attenzione le mille risorse culturali che offre il Comune all’ombra del Torrione, e finalmente si è giunti a capire che solo dalle nostre radici si può ripartire per creare qualcosa di positivo da condividere con le migliaia di turisti che affollano le strade di Forio. Ben vengano quindi altre iniziative, come quella di cui vi abbiamo parlato, che danno la possibilità di rievocare i fasti di un tempo e sperare di poter rivivere le meraviglie di un’epoca non troppo lontana.

Ads

 

Ads

Henry Camilo Bermudez

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex