Statistiche
CULTURA & SOCIETA'PRIMO PIANO

Fiocchetto lilla, la tre giorni a Ischia dal 14 marzo contro i disturbi alimentari

L’appuntamento con la giornata del fiocchetto lilla giunge, quest’anno, alla sua ottava edizione e l’Associazione “Artemisia – Una voce per l’Anoressia” è puntuale con il proprio programma, articolato per il quarto anno di fila con una serie di eventi che intendono coinvolgere i giovani e la cittadinanza intera, in modo piacevole e utile al tempo stesso, sull’approfondimento delle problematiche legate ai disturbi del comportamento alimentare. La data ufficiale fissata per l’evento è quella di venerdì 15 marzo ed è la prima volta che tale manifestazione si svolge nella sua “giornata ufficiale”, recentemente riconosciuta dal Consiglio dei Ministri.  Il programma della tre giorni vedrà diversi momenti tra conferenze, formazione, sport e divertimento con musica e balli, senza per questo tralasciare l’immancabile momento di fede, con la Santa Messa celebrata al Palasport Taglialatela. Si inizia giovedì 14 marzo con una tavola rotonda che si terrà alla Biblioteca Antoniana a partire dalle ore 18:00. Il titolo: “Disturbi del comportamento alimentare, riconoscerli per affrontarli”. Interverranno la dott.ssa Aurino, biologa nutrizionista per l’Associazione Accoglienza il Girasole e il prof. Paolo Massa, presidente dell’Associazione Artemisia una voce per l’anoressia. Subito dopo, alle 20:00, partirà dal piazzale Aragonese la pedalata del fiocchetto lilla che coinvolgerà le strade del Comune. Venerdì 15 marzo presso lo stadio intitolato alla memoria di Enzo Mazzella, inizieranno dalle 15:00 le manifestazioni sportive, alle 19:30, presso il palazzetto dello sport “Federica Taglialatela”, Don Carlo Candido celebrerà la Santa Messa. A seguire uno spettacolo canoro e l’esibizione delle scuole di danza, la chiusura sarà affidata al dj Edo Messina. Sabato 16 marzo la tre giorni chiuderà a Frattamaggiore con un corso di formazione per pediatri organizzato dall’Asl Napoli due Nord che vedrà l’intervento del prof. Massa e della dott.ssa Milena Salerno, neuropsichiatra infantile.  “Siamo lieti di essere ancora una volta promotori di un momento di grande aggregazione verso una sempre maggiore conoscenza dei DCA e dell’Anoressia in particolare -dichiara il Prof. Paolo Massa, Presidente di Artemisia-. Contiamo sulla partecipazione e sulla collaborazione di tutte le espressioni sociali del territorio, in particolare delle istituzioni locali e delle scuole, per la migliore riuscita dell’evento”. La tragedia vissuta dalla famiglia Massa resta indelebile come l’inchiostro. I primi sintomi, le lunghe passeggiate di Artemisia, le fughe, i ricoveri forzati e quell’amore di un padre più forte di quei 29kg; una vera e propria via Crucis fin quando il cuore di Artemisia non ce l’ha fatta più. Dal dolore alla nascita dell’Associazione “Artemisia una voce per l’anoressia” e un lungo cammino intrapreso da Paolo Massa in prima persona per informare genitori e insegnanti, per riconoscere i primi sintomi della malattia, affinché non ci sia più un’altra Artemisia. Pochi mesi dopo, era il dicembre del 2015, Ischia ha visto nascere sul suo territorio un’altra Associazione “Accoglienza il Girasole” che, dotata di una giovane

equipe tutta al femminile, ha proposto dei laboratori e un centro ascolto per chi vive il problema. È lì che si sono intrecciate altre storie, altre vite, qualcuno è stato agganciato e ora è in cura, qualche altro è altalenante e continua a giocare sul filo della vita. Ischia non è immune a questa epidemia e lo ammette colorandosi di lilla.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex