Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Focus caro benzina, Francesco Borrelli: «Anomalia tutta ischitana, positiva l’organizzazione di una protesta»

«È positivo che una parte della cittadinanza ischitana abbia deciso di riunirsi per affrontare concretamente il problema. Sarebbe la prima volta che accade, dopo tanti anni in cui ogni aumento delle tariffe era stato sopportato senza troppe proteste, limitandosi a qualche lamento. Aumenti che rappresentano un’autentica vergogna, per di più tipicamente ischitana contro cui nessuno si è mai veramente opposto, purtroppo.  Motivare lo scarto tra le tariffe isolane e quelle della terraferma coi costi di trasporto marittimo è completamente pretestuoso, eppure altrove non esistono differenze di simile entità. Più volte i prezzi delle pompe sull’isola sono risultate tra le più care d’Italia, salendo così alla ribalta della cronaca nazionale, eppure la distanza tra Ischia e la terraferma è minima se la confrontiamo con quella che separa altre isole italiane dal resto del Paese, a cominciare dalla Sardegna».

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button