CRONACA

Fondi Pnrr, un’esperta per Casamicciola

L’Agenzia per la Coesione Territoriale ha assegnato al comune termale di una unità professionale, per la durata di diciotto mesi, per la gestione dei fondi strutturali del Piano nazionale di ripresa e resilienza

Il Comune di Casamicciola ha ottenuto l’assegnazione di una unità professionale, da parte dell’Agenzia per la Coesione Territoriale. Era stata l’amministrazione guidata dal sindaco Giovan Battista Castagna a inoltrare la relativa istanza, e adesso con apposita determina l’ente del Capricho procederà all’assunzione a tempo determinato e part-time al 50% della dottoressa Rosa Russo, in qualità di esperto in gestione, rendicontazione e controllo, per la gestione dei fondi strutturali del nuovo ciclo di programmazione 2021 -2027 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza a decorrere dal primo ottobre 2022 in deroga ai vincoli assunzionali e per la durata di diciotto mesi. Alla dottoressa spetterà la posizione economica relativa alla posizione D1, compresa l’indennità di vacanza contrattuale, soggetto ad adeguamento automatico ai valori fissati dal CCNL a cui potranno aggiungersi, se dovuti, gli assegni al nucleo familiare ed eventuali altre indennità o altre voci di salario accessorio, ai sensi del contratto collettivo nazionale di lavoro, del contratto collettivo integrativo decentrato e di legge.

L’assunzione giunge al termine della procedura per la selezione e l’assunzione di2022 tecnici specializzati nelle amministrazioni del Mezzogiorno (Autorità di Gestione dei Pon-Governance, Regioni, Province, Città Metropolitane, Comuni e Comuni delle aggregazioni individuate) pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.82 del 15 ottobre 2021. L’iniziativa delinea una specifica misura per innescare processi di sviluppo a partire dalle Regioni Meridionali d’Italia e per avviare un significativo programma di rafforzamento delle Amministrazioni locali, finalizzato a migliorare la capacità amministrativa di tutti i livelli di governo a beneficio di tutte le politiche pubbliche.

La legge del Bilancio 2021 aveva individuato in questo elemento principale l’attivazione immediata delle procedure di reclutamento di personale, attraverso i fondi della coesione, ancora prima che si liberino le corrispondenti facoltà assunzionali del singolo ente. Infatti, il citato bando di selezione aveva previsto la definizione di un meccanismo virtuoso di reclutamento di professionalità, destinate alla gestione di tutte le fasi del ciclo dell’investimento realizzato con i fondi della coesione europea e nazionale. In quest’ottica, è stato individuato un processo di rigenerazione delle amministrazioni pubbliche, attraverso il pieno e attivo coinvolgimento degli enti locali, nel Mezzogiorno e nelle aree interne per la realizzazione di un processo di selezione, assunzione, formazione.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex